Una ragazza che si fa un selfie con lo smartphone
 | 

Migliori smartphone per selfie 2024: i dispositivi con la migliore fotocamera frontale

In questa nuova guida all’acquisto dedicata al mondo della telefonia mobile ti parlerò dei migliori smartphone per selfie, dispositivi studiati e ottimizzati per offrirti la migliore fotocamera frontale possibile. Non è più sufficiente avere un dispositivo che scatti foto decenti; quello che cerchiamo ora è la perfezione delle immagini, la nitidezza dei dettagli e la luminosità dei colori, in ogni condizione di luce, anche nella fotocamera frontale.

Che tu usi il tuo smartphone per pubblicare selfie o fare live sui canali social, è importante non sottovalutare mai la fotocamera frontale come invece fanno alcuni produttori. Nonostante il comparto fotografico posteriore sia quello ampiamente più sfruttato dagli utenti, e su cui di conseguenza si concentrano maggiormente i produttori di smartphone, questi ultimi scelgono talvolta di risparmiare sulla qualità della fotocamera anteriore.

Insomma, la cosiddetta “selfie camera” dei migliori e più costosi smartphone non è sempre in linea con il resto dell’hardware. Per molti (come il sottoscritto) non è un grosso difetto: nel bene o nel male, anche negli smartphone più economici troviamo oramai fotocamere anteriori più che discrete e adatte a foto occasionali e videochiamate, e ciò può bastare. Ma se pretendi una certa qualità anche nella selfie camera, allora dovrai essere più selettivo nella scelta del tuo prossimo smartphone. E in questo spero di poterti essere d’aiuto.

I migliori smartphone per selfie sul mercato: le migliori fotocamere selfie in ogni fascia di prezzo

Ogni anno vengono rilasciati nuovi smartphone, ciascuno con caratteristiche innovative e sempre più avanzate. Tra queste la fotocamera anteriore non sempre gode di grosse attenzioni, come ti ho già anticipato. Ma nonostante ciò, per molte persone l’abilità di scattare selfie di alta qualità è diventata un fattore chiave nella scelta del loro prossimo dispositivo. Se rientri in questo gruppo di consumatori, sono certo che troverai quelli che io ho scelto come i migliori smartphone per selfie molto interessanti.

1. Il miglior smartphone per selfie dai colori naturali

Il Samsung Galaxy S23 è conosciuto come uno degli smartphone migliori in assoluto di questa generazione, e per molti rappresenta in effetti il dispositivo top di gamma più equilibrato e versatile di questo 2023. Naturalmente anche la selfie camera non poteva essere da meno, regalando scatti e video di qualità eccezionale.

In realtà la qualità non si discosta molto dagli altri dispositivi di pari prezzo, ma i recensori professionisti hanno notato colori generalmente più naturali e realistici rispetto agli altri smartphone. Inoltre la qualità dei selfie gode di risultati ottimi in maniera molto consistente, risultando quindi un prodotto davvero affidabile.

A parte ciò si tratta di uno smartphone costoso ma davvero completo. Troviamo un ampio display OLED da 6,8″ di eccellente qualità, con CPU e RAM da top di gamma. È incluso il pennino e il gruppo ottico posteriore è anch’esso da primato. Ne ho già parlato in maniera approfonda consigliandolo come miglior smartphone per business, senza dimenticarci anche che è uno dei migliori smartphone per durata della batteria.

1.294,36 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Samsung S23 Ultra

  • Potente ed equilibrato
  • Fotocamere eccezionali
  • Pennino incluso
  • Certificato IP68

Svantaggi Samsung S23 Ultra

  • Ricarica rapida sotto la media

2. Lo smartphone con i selfie più dettagliati

Come ho scritto anche sopra, quando gli smartphone migliori per i selfie di fascia alta consentono tutti di ottenere foto fantastiche. Ancora una volta, quindi, la qualità di foto e video effettuati con la fotocamera frontale di questo iPhone 15 non sono particolarmente migliori rispetto al Galaxy S23 Ultra, ma sembra riesca ad assicurare molto spesso risultati un po’ più dettagliati rispetto alla concorrenza, anche se di poco. La presenza di un sensore TOF 3D rende inoltre i ritratti selfie perfetti.

Per il resto, come puoi ben immaginare, si tratta di uno smartphone di ottima qualità, sia dal punto di vista hardware che software, senza dimenticarci dell’eccellente qualità costruttiva tipica di Apple. Se sei solo interessato ai selfie, il modello base di iPhone 15 è per te la scelta più conveniente, poiché il comparto fotografico anteriore è uguale su tutti i modelli. Se vuoi uno schermo più grande e un’autonomia di poco superiore, puoi anche optare per il modello 15 Plus. I 15 Pro e Pro Max hanno invece un display da 120 Hz, un teleobiettivo, una CPU più potente e una struttura in titanio.

799,00 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi iPhone 15

  • Eccellente qualità di foto e video
  • Potente e affidabile
  • Certificato IP68

Svantaggi iPhone 15

  • Display fermo a 60 Hz
  • Non economico

3. Il miglior smartphone Android per ritratti selfie

In realtà non è che sia particolarmente migliore rispetto alle due proposte precedenti, ma rappresenta comunque una valida alternativa con una piccola marcia in più rispetto alla maggior parte degli smartphone Android.

Come puoi verificare anche tu, infatti, l’Honor Magic5 Pro ha una fotocamera frontale un po’ più ingombrante, al pari degli iPhone, ed è dovuto alla presenza del sensore TOF 3D frontale. Esso è utile per ottenere un rilevamento biometrico del viso molto più efficiente, per garantire un effetto ritratto ai tuoi selfie eccellente, e per facilitare la messa a fuoco. Purtroppo in 4K la registrazione si ferma a 30 FPS, ma anche i risultati video sono comunque ottimi.

Il resto dell’hardware è composto da un ampio display OLED da 6,81″ HDR10+, più un processore Snapdragon 8 Gen 2 e tutta la RAM di cui puoi aver bisogno. Non ha nulla da invidiare al resto dei top di gamma neanche per quanto riguarda la fotocamera posteriore, vantando tre obiettivi da 50 MP di eccellente qualità. Se vuoi provare qualcosa di alternativo rispetto ai più popolari Samsung S o iPhone 15, magari risparmiando anche qualcosina, è uno smartphone certamente consigliato.

1.002,89 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Honor Magic5 Pro

  • Sensore TOF 3D frontale
  • Ottime fotocamere
  • Ottima autonomia
  • Certificato IP68

Svantaggi Honor Magic5 Pro

  • Si surriscalda facilmente
  • Video in 4K solo fino a 15 minuti

4. Il miglior smartphone per selfie di fascia media

Una volta abbandonata l’agguerrita fascia di prezzo alta, dove troviamo i migliori smartphone in assoluto, il panorama delle fotocamere frontali diventa molto più prevedibile. Nonostante ciò voglio comunque consigliarti lo Xiaomi 12 Lite se pensi di spendere circa 300 o 400 euro per il tuo smartphone. Si tratta infatti di un dispositivo ben equilibrato e caratterizzato da un ottimo rapporto qualità-prezzo, essendo in commercio già da diversi mesi, e che sfoggia uno degli obiettivi frontali migliori nella sua fascia di prezzo.

La selfie camera dello Xiaomi 12 Lite merita di figurare tra le migliori opzioni di questo 2023 grazie all’obiettivo da 32 MP con auto-focus. Si tratta di caratteristiche per nulla scontate, che consentono a questo smartphone di regalare scatti frontali eccellenti e con un ottimo livello di dettagli, grazie anche al fuoco automatico. I colori sono molto naturali e la gamma cromatica è eccellente; la modalità ritratto è più che buona e l’esposizione è generalmente perfetta. Trattandosi di un modello della precedente generazione, puoi facilmente trovare questo smartphone in offerta a un ottimo prezzo.

337,08 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Xiaomi 12 Lite

  • Caratteristiche equilibrate
  • Display eccellente
  • Selfie camera con AF
  • Fotocamera posteriore buona

Svantaggi Xiaomi 12 Lite

  • Slot microSD assente
  • Nessuna certificazione IP

5. Il miglior smartphone per selfie di fascia bassa

Non voglio mentirti dicendoti che questo è in assoluto il miglior smartphone per i selfie sotto i 200 euro, perché la verità è che in questa fascia di prezzo iniziano a essere tutti abbastanza simili e buoni quanto basta. Te lo propongo tuttavia poiché è innanzitutto uno smartphone da poco lanciato sul mercato, forte di un’ottima qualità costruttiva, di un sistema operativo Android 13 completo e aggiornato, e di un hardware piuttosto equilibrato

La fotocamera selfie è comunque molto buona, se confrontata con i suoi diretti concorrenti. Il sensore ha ricevuto un upgrade rispetto al precedente Samsung A13, e raggiunge ora i 13 MP. La qualità dei selfie è in effetti molto soddisfacente, e funziona discretamente anche in modalità ritratto. Ha un display da 6,6″ e una batteria da 5000 mAh, che gli conferisce una notevole autonomia. Nel complesso, chi l’ha provato e recensito è d’accordo con me nel ritenerlo un ottimo smartphone.

132,50 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Samsung A14

  • Qualità costruttiva superiore
  • Ottimo software
  • Slot microSD dedicato
  • Uscita per cuffie
  • Autonomia molto buona

Svantaggi Samsung A14

  • Ricarica non proprio rapida
  • Nessuna certificazione IP

6. Il miglior smartphone pieghevole per selfie

Ebbene anche gli smartphone pieghevoli oramai meritano di figurare nelle nostre guide all’acquisto. In commercio troviamo infatti diverse proposte da brand affermati come Samsung, Motorola e Xiaomi, e si sa che avere concorrenza in commercio fa sempre bene. Quello che voglio proporti tuttavia è l’OPPO Find N2 Flip, dove il display posteriore da 3,26″ ti consentirà ti scattare selfie perfetti da chiuso.

A dirla tutta la vera selfie camera non è granché, se la confrontiamo con altri smartphone da oltre 1000 euro, ma è comunque tra le migliori rispetto ad altri dispositivi pieghevoli. Ma è proprio la possibilità di scattare foto da chiuso, sfruttando il comparto fotografico posteriore e l’anteprima visualizzata sull’ampio schermo posteriore, a dargli una marcia in più. Potrai quindi scattare splendidi selfie con l’obiettivo primario da 50 MP e con l’ultra-grandangolare da 8 MP.

Per il resto è uno smartphone molto valido, con CPU Dimensity 9000+ e antenna 5G. Il display interno è da 6,8″ e la qualità costruttiva è ottima. Anche l’autonomia, pur non essendo elevata, è comunque superiore alla media degli smartphone pieghevoli.

1.099,99 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi OPPO Find N2 Flip

  • Display interno ottimo
  • Piega interna impercettibile
  • Fotocamera frontale buona
  • Fotocamera posteriore ottima, utilizzabile per selfie

Svantaggi OPPO Find N2 Flip

  • Nessuna certificazione IP
  • Ricarica wireless assente
  • Obiettivo ultra-wide da 8 MP

Come scegliere il miglior smartphone per selfie

Ancora indeciso? Nei prossimi paragrafi ti parlerò di vari aspetti degli smartphone in generale e più nello specifico delle fotocamere selfie. Sia che tu sia un influencer in cerca del prossimo strumento per migliorare la tua presenza online, o semplicemente un appassionato di fotografia alla ricerca del miglior smartphone per selfie, sono certo che troverai i prossimi capitoli molto utili per scegliere lo smartphone più adatto a te.

L’importanza della selfie camera negli smartphone

Ti ho già accennato al fatto che la qualità della selfie camera negli smartphone di fascia alta è molto altalenante, mentre si stabilizza scendendo di prezzo. Ciò è indice del fatto che si tratta di una caratteristica spesso sottovalutata dai produttori, dato che ormai ha raggiunto un livello qualitativo più che accettabile mentre ci sono molti altri aspetti che catturano maggiormente l’interesse del consumatore medio.

Eppure, come ho spiegato meglio nel mio articolo sulla storia degli smartphone, il primo telefono cellulare dotato di fotocamera aveva proprio una selfie camera! Si trattava del Kyocera Visual Phone VP-210, commercializzato in Giappone nel 1999 e impiegato per effettuare le primissime videochiamate. Che tempi!

Un altro articolo che voglio consigliarti di sfogliare è quello dedicato agli smartphone con la miglior fotocamera. Noterai come lì ho dato priorità alla fotocamera posteriore, com’è naturale, e alcuni grandi nomi lì presenti sono invece assenti qui. Parlo in particolare della famiglia di smartphone Xiaomi 13, tra i migliori se consideriamo la fotocamera posteriore, ma che offrono una fotocamera frontale deludente e inferiore alla concorrenza. Manca persino la registrazione 4K sulla selfie; vergogna!

Altro grande assente è il Pixel 7 Pro, nonostante le mie tanti lodi. Non è che la selfie camera sia cattiva, poiché in effetti è piuttosto buona, ma spendendo molto meno puoi ottenere risultati molto simili. Resta tuttavia una valida opzione se vuoi una discreta selfie camera associata a uno dei comparti fotografici posteriori migliori sulla piazza, a un costo relativamente conveniente.

La versatilità della selfie camera negli smartphone

Siamo abituati a scattare foto prevalentemente con la fotocamera posteriore, ed è per questo che le aziende produttrici investono soprattutto su quelle. Tuttavia anche la fotocamera frontale ha la sua utilità:

  • Puoi effettuare videochiamate di miglior qualità. La resa finale sarà comunque impoverita dalla compressione video dell’applicazione che usi, specialmente per quanto riguarda la definizione, ma una buona fotocamera di consentirà di avere colori migliori e più naturali. Sarà inoltre in grado di gestire meglio i cambiamenti di luci e in alcuni casi potrai godere anche della messa a fuoco automatica.
  • Puoi scattare selfie e registrare video in alta definizione. Questo è abbastanza ovvio, ma vale comunque la pena sottolineare gli smartphone con le migliori fotocamere selfie in assoluto possono registrare video in 4K a 60 frame al secondo, sfruttando anche i vantaggi dell’ampia gamma cromatica dell’HDR. Inoltre sugli smartphone migliori troverai anche una migliore stabilizzazione video, anche sulla selfie camera.
  • Puoi sfruttare la rilevazione biometrica con il viso con maggior efficienza. Naturalmente ciò dipenderà anche dalla potenza del processore e dall’efficienza dell’algoritmo, e inoltre oltre una certa soglia la differenza è talmente minima che diventa impercettibile. Ma ad ogni modo, una buona fotocamera frontale, capace di riconoscere rapidamente il tuo volto anche al buio, ti consentirà di sbloccare lo smartphone o convalidare un’operazione bancaria un po’ più rapidamente.
Nonostante la fotocamera posteriore sia notevolmente migliore, la selfie camera ti consente di catturare i momenti più intimi in maniera più immediata.

Caratteristiche degli smartphone migliori per i selfie

La mia scelta dei migliori smartphone per i selfie non si basa solo sulla qualità della fotocamera frontale. Avere la miglior fotocamera selfie per uno smartphone infatti non è sufficiente, poiché anche il software fa la differenza: è indispensabile un buon algoritmo, affidato a una buona CPU, per ottenere la miglior qualità possibile dalle foto, dai ritratti e dai video.

Oltre a ciò, è chiaro che la fotocamera dev’essere di buona qualità. La quantità di megapixel (MP) che offre è un buon indicativo, ma non basta solo quello e spesso può anche trarre in inganno, diventando un vero e proprio specchio per le allodole. Il modo migliore per vedere come si comporta la fotocamera di uno smartphone resta sempre quello di confrontare un buon numero di foto affidandosi a recensori professionisti.

Flash anteriore

Qualche anno fa iniziarono a diffondersi i primi smartphone con flash frontale, ma si tratta di una moda passata molto in fretta per consentire ai display di occupare maggior spazio possibile. La funzione di un eventuale flash per i selfie è stata affidata agli stessi display, con molti smartphone che consentono di illuminare temporaneamente di bianco e con il massimo di luminosità per ottenere scatti un po’ più luminosi.

Stabilizzazione ottica (OIS)

Oltre a ciò, sugli smartphone di fascia alta puoi trovare una stabilizzazione ottica anche sull’obiettivo selfie, il che aumenta la qualità delle foto in condizioni di scarsa luce ambientale oltre a ridurre il movimento nei video mossi. Negli smartphone di fascia media e bassa è generalmente impossibile trovare la stabilizzazione ottica, anche se la qualità dei selfie resta comunque buona.

Sensore TOF 3D

Se poi il flash frontale sembra essere sparito del tutto, alcuni smartphone di fascia media e alta propongono invece un sensore TOF 3D anche sul fronte. È il caso ad esempio dell’Honor Magic5 Pro di cui ti ho già parlato, e si tratta di un sensore che effettua una scansione tridimensionale del soggetto. Ciò migliora non solo lo sblocco con il volto, ma migliora notevolmente anche le foto con effetto ritratto o bokeh.

Fuoco automatico (AF)

Non va infine sottovalutata la presenza della messa a fuoco automatica. Se la diamo per scontata nelle fotocamere posteriori, su quelle anteriori non si trova facilmente. Puoi trovare persino smartphone di fascia alta senza la messa a fuoco automatica, tanto i risultati sono comunque buoni essendo il fuoco tarato in base alla lunghezza del braccio (di solito leggermente piegato). Il fuoco automatico migliora comunque la versatilità e l’affidabilità della selfie camera, consentendoti di ottenere scatti più nitidi.

Come fare un selfie: consigli per selfie perfetti

Creare un selfie perfetto non è solo una questione di inquadrare il viso e scattare; ci sono varie tecniche che possono migliorare la qualità del tuo selfie, e voglio consigliartene alcune. Innanzitutto pensa alla posizione della fotocamera: la dovresti posizionare leggermente in alto rispetto al tuo viso. Questo angolo d’inquadratura mette in risalto gli occhi e fa sembrare il viso e il collo più piccoli. Fai attenzione a non alzare troppo il braccio per evitare distorsioni del viso.

Considera poi l’illuminazione: se vuoi sfoltire il tuo viso, cerca di inquadrare il lato del tuo viso che è maggiormente in ombra. Questa tecnica crea un effetto più artistico e meno scontato, ma potrebbe non funzionare bene in esterno alla luce del sole. Ricorda anche di non posizionare sempre il tuo viso al centro dell’immagine; seguendo la regola dei terzi, posiziona il punto focale della tua immagine (come gli occhi) in uno dei terzi del campo inquadrato.

L’approccio creativo è un altro elemento fondamentale per un selfie ben riuscito. Sperimenta con diverse angolazioni, riprese di profilo, inquadrature che includono solo una parte del tuo viso, luci di colore diverso o sfondi particolari. Cerca anche di non avvicinare troppo la fotocamera al viso per evitare distorsioni causate dall’obiettivo grandangolare, tipico delle selfie camere degli smartphone moderni. Se desideri uno scatto ravvicinato, considera l’uso di un teleobiettivo o allontana il viso dalla fotocamera e ritaglia l’immagine successivamente.

L’uso della fotocamera principale del tuo smartphone, invece della frontale, può migliorare la qualità del tuo selfie, nonostante possa essere un po’ più scomodo da usare. Per avere un controllo maggiore sulla posa e l’illuminazione, potresti considerare l’uso di uno specchio posizionato dietro la fotocamera. E se ti senti distratto dal dover tenere la fotocamera, chiedi a qualcuno di scattare la foto per te. È vero che ciò contraddice un po’ l’utilità del resto dell’articolo, ma è comunque un consiglio che vale la pena dare.

Non dimenticare infine l’aspetto fisico: evita il doppio mento allungando il collo e spingendo leggermente il mento in avanti; distogli lo sguardo dalla fotocamera per scoprire nuovi angoli del tuo viso; e vestiti e truccati in modo appropriato per l’occasione che stai cercando di rappresentare con il tuo selfie. Queste tecniche ti aiuteranno a creare un’immagine che trasmette autenticamente la tua personalità e il tuo stato d’animo.

Articoli simili