Donna indecisa tra due smartphone economici
 | 

Migliori smartphone economici 2024: i top 7

In questo articolo ti proporrò i migliori smartphone economici del 2023, con prezzi e offerte che vanno dai 150 euro fino a quasi 70 euro. Chi ha detto che bisogna per forza spendere tanto per un cellulare? Se hai poche pretese e un budget limitato, puoi trovare un gran numero di ottimi smartphone a meno di 150 euro. E se non sai quale scegliere, ti aiutiamo noi!

I migliori smartphone a 100 euro circa sono dispositivi economici ma tutto sommato funzionali, ideali se tutto ciò che devi fare è chiamare, mandare messaggi, usare i social, guardare video, scattare foto e giocare a qualche giochino. In effetti di cose con uno smartphone economico puoi farne davvero tante, poiché il progresso tecnologico ha permesso di ottenere dispositivi pratici e versatili anche in quella che in gergo viene chiamata la fascia entry-level. Si tratta quindi degli smartphone più economici in commercio.

Come al solito la nostra guida si compone di diverse sezioni. Nella prima parte ti proporrò una comparativa dei migliori smartphone economici del 2023, con consigli d’acquisto su quale smartphone economico scegliere in base alle tue necessità. Nella seconda parte approfondirò vari aspetti del mondo degli smartphone, e nello specifico di quelli più economici, così da aiutarti a fare la migliore scelta.

Comparativa dei migliori smartphone economici del 2023

Come promesso, inizio subito proponendo gli smartphone economici migliori che tu possa acquistare nel 2023. Non stupirti se troverai anche modelli dell’anno precedente: il modo migliore per risparmiare, spesso, è buttarsi sugli smartphone in offerta dell’anno prima! La lista comparativa che segue ti consentirà di individuare facilmente lo smartphone economico migliore per te in base alle attuali offerte di mercato e a ciò di cui hai bisogno.

Se tuttavia dovessi avere ancora dubbi su quale smartphone economico scegliere, ti invito a proseguire con la seconda parte dell’articolo. Troverai diverse nozioni utili nella scelta dello smartphone economico migliore per te e delucidazioni sulle tecnologie e i termini usati nel resto della guida.

1. Il miglior smartphone economico per l’utente medio

Nelle mie numerose guide all’acquisto sui migliori smartphone, economici e non solo, propongo spesso dispositivi Samsung per “l’utente medio”. Si tratta infatti di una delle aziende più prolifiche sul panorama tecnologico e nello specifico per quanto riguarda il mercato degli smartphone, dove viene apprezzata in buona parte del mondo, Italia inclusa.

Gli smartphone Samsung sono realizzati con materiali di qualità, hanno un software aggiornato e semplice da usare, e i componenti usati sono solitamente equilibrati e versatili. Se ci aggiungiamo anche l’ottimo servizio assistenza, diffuso in maniera capillare sul nostro territorio grazie a centinaia di centri autorizzati, è facile capire come l’utente medio possa sentirsi più al sicuro acquistando uno Smartphone Samsung.

Ed è proprio per questi motivi che voglio subito proporti il Samsung Galaxy A04s come il migliore tra i migliori smartphone economici del 2023. Se cerchi un cellulare poco costoso e affidabile, non guardare oltre. Certo, dovrai accontentarti di soltanto 3 GB di RAM e 32 GB di storage, ma con un po’ di ottimizzazione delle risorse riuscirai a farteli bastare. Inoltre ha anche lo slot per microSD fino a 1 TB, quindi avrai tutto lo spazio che ti serve per i tuoi dati personali (foto, video e documenti).

Non male anche l’obiettivo principale posteriore, al pari dei modelli superiori; la selfie camera è invece di qualità inferiore, ma tutto sommato discreta. Non manca il lettore di impronte digitale sul tasto di sblocco e il chip NFC, mentre per il 5G siamo proprio fuori budget. Nel complesso lo smartphone assicura buone prestazioni e aggiornamenti per almeno un altro anno, ed è aggiornabile a Android 13. Ottima è anche l’autonomia, grazie alla batteria da 5000 mAh integrata. Rispetto ai modelli superiori è invece lo schermo quello che ne risente di più, con una diagonale di 6,5″ e una risoluzione HD+, ma che in ogni caso raggiunge i 90 Hz.

104,00 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Samsung A04s

  • Buone prestazioni
  • Obiettivo primario buono
  • Ottima autonomia
  • Uscita audio da 3,5 mm
  • Slot microSD
  • Chip NFC

Svantaggi Samsung A04s

  • Selfie camera da 720p
  • Ricarica rapida fino a 15 W

1.1 Differenze con Samsung Galaxy A13 vs A14

Se te la senti di spendere qualche decina di euro in più, puoi passare al segmento successivo con la linea di smartphone A13/A14, usciti rispettivamente nel 2022 e nel 2023. Se vuoi scoprire di più sul mondo degli smartphone Samsung e sul modo per distinguere al meglio i vari modelli, abbiamo una guida dedicata.

Le sostanziali differenze tra il Galaxy A04s, il Galaxy A13 e il più recente Galaxy A14 risiedono principalmente nel display e nel comparto fotografico. I modelli superiori hanno infatti un display leggermente più grande ma soprattutto con una risoluzione maggiore, FHD+. Per quanto riguarda il comparto fotografico troviamo soprattutto una miglior selfie camera, capace di registrare a 1080p con una qualità sostanzialmente maggiore. Anche le memorie sono comunque superiori, dato che partono da 64 GB di ROM e 4 GB di RAM.

189,99 EUR Vedi su Amazon

132,85 EUR Vedi su Amazon

Ti propongo ora una breve tabella che riassume le principali differenze ma anche le più importanti similarità fra i tre smartphone in questione, ovvero i Galaxy A04s, A13 e A14. Trattandosi di una guida all’acquisto sui migliori smartphone economici, il mio suggerimento ricade attualmente sui primi due, in base a quanto importante sia per te la migliore selfie camera, la maggior memoria e la risoluzione dello schermo. Il Galaxy A14 avrà almeno un anno in più di aggiornamenti Android e patch di sicurezza, ma a parte ciò le differenze rispetto al predecessore sono troppo minime per giustificare una differenza di prezzo superiore ai 20 euro.

CaratteristicaGalaxy A04sGalaxy A13Galaxy A14
UscitaMetà 2022Inizio 2022Inizio 2023
CostoPiù bassoBassoPiù alto
Memorie base32/3 GB64/4 GB64/4 GB
Display6,5″ HD+ 90 Hz6,6″ FHD+ 90 Hz6,6″ FHD+ 90 Hz
Camera principale50 MP50 MP50 MP
Obiettivi secondariProfondità, macroProfondità, macro, ultragrandangolareProfondità, macro
Selfie camera5 MP8 MP13 MP
Bluetooth5.05.05.1

2. Lo smartphone economico con il miglior display

Il nuovo Xiaomi Redmi Note 12 4G non rappresenta un grosso passo in avanti rispetto al suo predecessore, il Redmi Note 11, che continua a essere uno smartphone dall’eccellente rapporto qualità-prezzo. Tuttavia è proprio grazie a questa somiglianza, e alla tiepida accoglienza iniziale da parte dell’utenza, che oggigiorno possiamo già trovare il Redmi Note 12 in offerta a meno di 150 euro. Si tratta in effetti un prezzo davvero molto ragionevole per uno smartphone entry-level ben equilibrato e versatile come questo.

Tolta la mancanza dell’audio stereo, che nel Note 11 era invece presente, questo Note 12 non presenta difetti particolari. Protagonista principale è indubbiamente il display AMOLED da 6,43” con risoluzione FHD+ e refresh rate da 120 Hz. Non è tra i più grandi, ma è di una qualità che non è affatto facile trovare tra gli smartphone più economici. La CPU è molto buona per questa fascia di prezzo, trattandosi di uno Snapdragon 685, mentre anche memorie e fotocamere sono più che soddisfacenti. L’autonomia è invece nella media: forse è inferiore rispetto a quanto ci si aspetterebbe da uno Xiaomi, ma resta comunque discreta.

Lo Xiaomi Redmi Note 11 è tra i migliori smartphone sotto i 200 euro

133,00 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Xiaomi Redmi Note 12

  • Ottimo display
  • Uscita audio da 3,5 mm
  • Slot microSD
  • Chip NFC

Svantaggi Xiaomi Redmi Note 12

  • Audio mono

3. Il miglior smartphone economico per qualità-prezzo

Il nuovo Motorola moto g13 è senza dubbio uno degli smartphone economici migliori che ti possa consigliare. Vanta un rapporto qualità-prezzo eccellente, e per questo fa concorrenza con la proposta che vedi sopra. Tuttavia si differenzia molto dallo Xiaomi Redmi Note 12 per il display e altre caratteristiche meno importanti, perciò vale la pena considerarli entrambi e scegliere quello che più si avvicina alle tue esigenze.

Più nello specifico, il moto g13 ha un display molto meno prestigioso, ovvero un IPS da 6,53″. Pur avendo una frequenza di aggiornamento da 90 Hz, offre invece una risoluzione HD+ che è tipica degli smartphone entry-level. Tolto questo, però, il moto g13 garantisce un hardware piuttosto potente e versatile per la sua fascia di prezzo, con memorie da 4 GB per la RAM e 128 GB per la ROM. Oltre a ciò troviamo numerose caratteristiche sempre utili quali NFC, slot microSD, uscita per cuffie e audio stereofonico. Buona anche la presenza di una versione basica di Android, almeno per chi l’apprezza. Fotocamere e autonomia sono piuttosto buone, e nella confezione trovi anche caricatore e cover.

Lo Xiaomi Redmi Note 11 è tra i migliori smartphone sotto i 200 euro

106,99 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Motorola moto g13

  • 4/128 GB a poco prezzo
  • Obiettivo primario buono
  • Buona autonomia
  • Uscita audio da 3,5 mm
  • Slot microSD
  • Chip NFC

Svantaggi Motorola moto g13

  • Risoluzione HD+

4. Il miglior smartphone economico a meno di 100 euro

Se parliamo del miglior smartphone economico—ma davvero economico—l’unico candidato è il nuovo Xiaomi A2. Condivide moltissime caratteristiche con il precedente Xiaomi A1, che tuttavia non ha avuto molto successo a causa delle sue scarse prestazioni dovute alla CPU quad-core. Fortunatamente il suo successore, lo Xiaomi A2, monta un processore molto più potente, il Mediatek Helio G36 octa-core. È quindi il miglior smartphone economico che posso consigliarti se vuoi spendere meno di 100 euro, anche se non puoi comunque pretendere prestazioni elevate. Rappresenta comunque un’ottima scelta per regalare il primo smartphone a un bambino piccolo, a un anziano, o per disporre di uno smartphone secondario.

Monta Android Go, una versione base di Android con alcune funzioni limitate per funzionare meglio sugli smartphone entry-level e dotati di meno RAM. Troviamo infatti soltanto 2 GB di RAM e 32 GB di storage, espandibili via microSD con slot dedicato. Il design non è male, anche se i materiali sono sicuramente economici. A un costo di appena 80 euro propone un display da 6,53″ sicuramente molto spazioso, anche se comprensibilmente con risoluzione HD+. Dalle fotocamere non si può prendere molto, e manca l’NFC, ma almeno l’autonomia è ottima. Dispiace un po’ per la ricarica da soli 10 W, decisamente sotto la media attuale.

74,99 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Xiaomi A2

  • Costo bassissimo
  • Ottima autonomia
  • Uscita audio da 3,5 mm
  • Slot microSD

Svantaggi Xiaomi A2

  • 2 GB di RAM
  • NFC assente
  • Porta micro-USB nel 2023?!

5. Lo smartphone economico meglio accessoriato

Pur avendo già discusso dei migliori smartphone economici in assoluto, vorrei proporti ancora qualche altra scelta secondaria e situazionale, a cominciare dall’OPPO A16. In quanto a prestazioni e potenzialità non è paragonabile agli Xiaomi o al Motorola che ti ho già proposto, dato che anche il prezzo è molto simile. Tuttavia si tratta comunque di un buon smartphone che comprende un set completo di accessori, rendendone il prezzo finale molto più allettante. Diventa quindi un’ottima scelta, anche in questo caso, uno smartphone ideale per un regalo o per un uso secondario; insomma qualcosa per chi ha poche pretese e cerca uno smartphone economico ma anche completo.

L’OPPO A16 monta un display IPS da 6,52″ con risoluzione HD+, la cui luminosità tipica massima raggiunge i 480 nit (un pelo sopra la media rispetto ai suoi simili). Equipaggia un processore Helio G35, con 3 GB di RAM e 32 GB di ROM, un po’ la base degli smartphone entry-level. Buona la batteria da 5000 mAh, che gli assicura una buona autonomia, anche se la ricarica rapida si ferma a 10 W. Si distingue sicuramente per il suo design e, come anticipato, per il ricco set di accessori inclusi. Troviamo infatti un caricatore completo di trasformatore e cavo USB-C, auricolari con cavo, una cover e una pellicola già applicata. Ottima infine l’estensione della garanzia di ulteriori 6 mesi se venduto da Amazon.

139,00 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi OPPO A16

  • Completo di accessori
  • Uscita audio da 3,5 mm
  • Slot microSD
  • Buona autonomia

Svantaggi OPPO A16

  • Display HD+
  • È uscito da più di un anno
  • Audio mediocre

6. Il miglior smartphone 5G economico

Pur non trattandosi di uno smartphone recente, lo Xiaomi Redmi 10 5G continua a godere di un certo successo poiché si tratta di uno degli smartphone 5G più economici in assoluto. L’hardware non è granché, ma lo schermo FHD+ è sufficientemente grande da consentirti di gustare i tuoi contenuti multimediali preferiti. Sono buone anche le memorie e l’autonomia, almeno per questa fascia di prezzo. La ricarica rapida arriva fino a solo 18 W, ragionevole in questa fascia di prezzo anche se inferiore alla media rispetto agli Xiaomi moderni.

Come da tradizione per Xiaomi, si tratta anche questa volta di uno smartphone caratterizzato da un gran rapporto qualità-prezzo. Tuttavia te lo consiglio se proprio ci tieni alla velocità del 5G e vivi in una zona con una buona copertura. Ne ho parlato a dovere nella mia guida sui migliori smartphone 5G, che può esserti utile per capire cos’è questa nuova tecnologia e se è qualcosa di cui puoi fare a meno. Altri Xiaomi allo stesso prezzo sono infatti più recenti (quindi con maggior update in vista) e/o con alcune caratteristiche migliori (ma senza 5G).

124,99 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi Xiaomi Redmi 10

  • Antenna 5G
  • Obiettivo primario buono
  • Uscita audio da 3,5 mm
  • Slot microSD
  • Chip NFC

Svantaggi Xiaomi Redmi 10

  • Selfie camera mediocre

7. Un iPhone economico

Attualmente l’iPhone più economico acquistabile nuovo è venduto a oltre 500 euro, perciò l’unica soluzione è rivolgersi al mercato dell’usato. Capisco come non sia una soluzione ideale, ma non va scartata a priori. Se scegli infatti di acquistare uno smartphone ricondizionato dal marketplace di Amazon, potrai fare affidamento sull’eccellente servizio assistenza del negozio elettronico più famoso al mondo. Di conseguenza, se volevi la tua occasione di acquistare un iPhone economico, eccotela servita!

Puoi trovare smartphone ricondizionati da personale qualificato e venditori seri anche a circa 150 euro, quindi a un prezzo che immagino possiamo ancora considerare economico. Si tratta del vecchio iPhone SE di 2a generazione, uscito nel 2020. Pur trattandosi di uno smartphone con qualche anno alle spalle, continua a regalare tutta l’affidabilità del software Apple, nonché la qualità costruttiva tipica dell’azienda. Anche le fotocamere sono ottime, relativamente alla fascia prezzo.

193,00 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi iPhone SE 2G (usato)

  • Buone fotocamere
  • Ottimo software
  • Accessori inclusi

Svantaggi iPhone SE 2G (usato)

  • Uscito nel 2020
  • Design antiquato
  • Solo ricondizionato

Come scegliere il miglior smartphone economico

A seguire troverai tante nozioni utili per la scelta dello smartphone economico migliore per il tuo caso. Per la maggior parte, tuttavia, si tratterà di capire cosa bisogna aspettarci da uno smartphone molto economico, il cui prezzo è inferiore ai 150 o addirittura 100 euro.

Cos’è uno smartphone entry-level

Come ti ho già anticipato, gli smartphone entry-level sono gli smartphone più economici che si possono acquistare. Si parla infatti di smartphone acquistabili a un prezzo accessibile, affinché anche chi ha poco denaro o poche pretese possa averne uno.

Sul nostro sito puoi trovare numerose guide all’acquisto relative al mondo degli smartphone, incluse alcune dedicate alle varie fasce di prezzo. Pur non trattandosi di segmenti con prezzi ben definiti, in linea di massima possiamo distinguere le seguenti fasce di prezzo:

  • Smartphone entry-level e molto economici, protagonisti di questa guida, e indicativamente acquistabili dai 70 ai 150 euro circa. Garantiscono le funzioni basiche degli smartphone a prezzi molto vantaggiosi, ma bisogna scendere a diversi compromessi.
  • Smartphone di fascia bassa, disponibili a circa 200 euro o meno. Sono mediamente versatili e possono comportare alcuni compromessi, ma di solito sono i modelli più venduti e apprezzati.
  • Smartphone di fascia medio-bassa, acquistabili sotto i 300 euro. Garantiscono prestazioni buone in ogni contesto e restano validi per diversi anni. Anch’essi sono smartphone che vantano un gran successo.
  • Smartphone di fascia medio-alta, appartenenti al segmento di mercato tra i 300 e i 500 euro circa. Sono modelli ancor più versatili e completi, spesso in grado di far concorrenza ai modelli di fascia alta per usabilità e qualità dei materiali. Tuttavia non è un segmento di mercato molto popolato, poiché chi arriva a spendere quasi 500 euro per uno smartphone preferisce puntare direttamente a un modello superiore.
  • Smartphone di fascia alta e top di gamma, ovvero dai circa 500 euro in poi (tendenzialmente partono da circa 600-700 euro). Rappresentano il meglio della tecnologia attuale, ma hanno un rapporto qualità-prezzo inferiore rispetto alle proposte dai 300 euro in giù. Prendendosene cura a dovere, possono durare sicuramente diversi anni.

Cosa aspettarsi da uno smartphone entry-level

Come ti ho già spiegato, se acquisti uno smartphone economico vai necessariamente incontro ad alcuni problemi. Non sarà mai uno smartphone scattante e completo, ma tutto sommato al giorno d’oggi anche gli smartphone entry-level offrono una buona usabilità e una certa qualità dei componenti.

Il display si vedrà generalmente bene così come anche le foto, e l’autonomia sarà anch’essa sicuramente buona. Potrai navigare con gran tranquillità su Internet o guardare video in streaming. Naturalmente non avrai problemi a usare le applicazioni dei social e di messaggistica istantanea, ma per i videogiochi dovrai accontentarti di quelli più leggeri o dovrai usare le impostazioni grafiche più basse. La RAM limitata, poi, non ti permetterà di lasciare molte applicazioni aperte.

Oltre al fatto che non puoi aspettarti un dispositivo particolarmente versatile e prestante, inoltre, potresti dover scendere a qualche compromesso in base a ciò che più ti serve. Ad esempio, se vuoi qualcosa con un bello schermo, dovrai spendere qualche decina di euro o sacrificare la qualità di altri componenti.

Quando conviene acquistare uno smartphone economico

Fatta questa doverosa premessa, mi vengono in mente diversi motivi per acquistare uno smartphone entry-level o comunque molto economico:

  • hai bisogno di uno smartphone secondario;
  • cerchi uno smartphone da usare con serenità al mare o in gita (vedi anche gli smartphone rugged);
  • vuoi regalare lo smartphone a un bambino o a un anziano che non ha dimestichezza con la tecnologia;
  • sei in un momento di difficoltà economica e preferiresti spendere i tuoi soldi in beni più importanti;
  • hai poche pretese e cerchi solo uno smartphone economico.

Sono tutti ottimi motivi, e non ti nascondo che anch’io pagai il mio primo smartphone appena 130 euro. Furono soldi ben spesi! Se tuttavia puoi permetterti di spendere qualche decina di euro in più, e vuoi uno smartphone più completo e magari duraturo, prova a orientarti verso gli smartphone un po’ più costosi, tra i 150 e i 300 euro. Come ti ho già spiegato, lì troverai smartphone più versatili, completi e moderni. Avranno un funzionamento più fluido e probabilmente anche una certificazione contro polveri e liquidi, che fa sempre comodo.

Caratteristiche dei migliori smartphone economici

Concludo l’articolo con una carrellata delle caratteristiche su cui dovresti soffermare maggiormente la tua attenzione nella scelta di uno smartphone economico. Come hai potuto notare anche tu, sul nostro sito puoi trovare approfondimenti di ogni tipo riguardo gli smartphone attraverso le tante guide all’acquisto. Perciò nei prossimi paragrafi mi concentrerò soprattutto sulle specifiche più importanti per gli smartphone più economici del mercato.

Display

Se stai cercando uno smartphone economico o un entry-level, ossia un dispositivo sotto i 150 euro, avrai sicuramente notato che non tutti i display sono uguali. Innanzitutto tra gli smartphone più economici possiamo ancora trovare schermi con risoluzione HD+, ovvero di circa 720×1600 pixel. Le immagini saranno meno definite, ma è uno dei compromessi di cui ti parlavo. Lo stesso discorso va fatto per la frequenza di aggiornamento, che può essere di 120 Hz e 90 Hz per i migliori smartphone economici, o di 60 Hz per quelli più vecchi o essenziali.

Due termini ricorrenti, inoltre, sono AMOLED e IPS. La differenza tra questi due tipi di schermi può essere notevole, ma probabilmente non sai di che parlo. Per farla breve, la scelta tra un display AMOLED e IPS dipenderà dalle tue esigenze:

  • Se preferisci colori vibranti, un eccellente contrasto, e non ti dispiace sacrificare un po’ di potenza di elaborazione o qualità della fotocamera, allora un smartphone entry-level con un display AMOLED potrebbe essere la scelta giusta per te;
  • D’altra parte, se desideri un dispositivo con un buon equilibrio tra prestazioni, qualità del display e prezzo, allora un telefono con schermo IPS potrebbe essere l’opzione più conveniente sotto i 150 euro.

È chiaro che un display AMOLED consente una migliore riproduzione dei contenuti multimediali, e darà un aspetto più “premium” al dispositivo.

Differenza di prezzo tra AMOLED e IPS

Nel panorama degli smartphone entry-level, i display AMOLED sono piuttosto rari. Questo perché i display AMOLED sono generalmente più costosi da produrre rispetto ai loro omologhi IPS. Di conseguenza, se un produttore decide di dotare un telefono economico di un display AMOLED, è probabile che debba risparmiare su altre caratteristiche dell’hardware, come la potenza del processore, la memoria RAM o la qualità della fotocamera. Sarà inoltre molto difficile, se non impossibile, trovare smartphone economici con schermi AMOLED di grandi dimensioni, proprio a causa del loro costo elevato.

I display IPS, d’altro canto, sono molto più comuni negli smartphone entry-level e sotto i 150 euro. Questo tipo di display, pur non offrendo il nero perfetto e il contrasto elevato dei display AMOLED, è tuttavia in grado di fornire colori accurati e angoli di visione estremamente ampi, il che è ideale se si guarda lo schermo da una posizione non centrale.

Funzionamento degli schermi AMOLED e IPS

Curioso di conoscere meglio queste due tecnologie e i loro pregi e difetti? In un display AMOLED ogni pixel emette luce individualmente (pixel auto-emissivi), il che significa che quando un pixel è spento, è completamente nero. Questo produce neri incredibilmente profondi e un elevato rapporto di contrasto, rendendo i colori vivaci e brillanti. I display AMOLED possono soffrire di burn-in, un fenomeno in cui le immagini statiche rimangono permanentemente impresse sullo schermo se visualizzate per lunghi periodi di tempo. Fortunatamente, però, negli smartphone ciò è estremamente raro, soprattutto nei dispositivi moderni.

D’altro canto IPS è un tipo di display LCD. A differenza dei display AMOLED, in un display IPS la luce viene emessa da una fonte di retroilluminazione e poi filtrata attraverso vari strati per creare i colori. Questo può portare a neri che appaiono più come un grigio scuro, dato che la luce attraversa anche i pixel spenti. I moderni display IPS garantiscono comunque colori di ottima qualità e un bilanciamento del bianco molto naturale, nonostante il contrasto sia nettamente inferiore rispetto agli AMOLED. Tra gli smartphone più economici, quelli sotto i 100 euro, forse puoi ancora trovare display con pannelli TFT, ma sono molto rari. Si tratta di una tecnologia precedente, che offre una qualità dell’immagine generalmente inferiore e un pessimo angolo di visione.

Fotocamere

La qualità delle fotocamere può variare molto tra gli smartphone entry-level. I migliori smartphone economici che troverai tra i 130 e i 150 euro o poco più montano spesso obiettivi di maggior qualità, che ti consentiranno di fare foto di ottima qualità rispetto ai dispositivi economici di qualche anno fa. Ma scendendo sotto i 130 euro o addirittura sotto i 100 avrai a che fare con comparti fotografici molto meno prestanti, ma che riescono comunque a venire incontro alle esigenze minime dell’utente medio (foto di eventi, paesaggi, videochiamate).

Ho approfondito a dovere le fotocamere degli smartphone in altri due miei articoli, uno dedicato agli smartphone con le migliori potenzialità in campo fotografico e uno invece che tratta invece gli smartphone migliori per gli amanti dei selfie. Oltre a trovare tante nozioni utili, nei suddetti articoli scoprirai anche le migliori proposte nei relativi settori per ogni fascia di prezzo, inclusi gli smartphone più economici (che ho comunque riproposto in questa guida).

Detto ciò, negli smartphone più economici puoi trovare i seguenti obiettivi:

  • obiettivo principale, usato per la maggior parte delle foto;
  • obiettivo ultra-grandangolare, per scatti con un ampio campo visivo;
  • obiettivo macro, per avere maggiori dettagli dai soggetti molto vicini;
  • obiettivo di profondità, per ottenere l’effetto ritratto dalle foto.

Ad oggi non troviamo alcun obiettivo zoom o sensore LiDAR tra gli smartphone economici. Troviamo spesso invece il vecchio obiettivo di profondità, che consente di effettuare ritratti piuttosto buoni. Se si trovano invece obiettivi macro o ultra-grandangolare, di solito sono di scarsa qualità e poco utili.

Audio stereofonico

Se intendi usare il tuo smartphone per la riproduzione di contenuti multimediali, come serie televisive o anche videogiochi, ha senso preoccuparsi anche della qualità dell’audio. In caso contrario puoi anche chiudere un occhio.

Se per la qualità dell’audio puoi solo far affidamento sul parere delle opinioni online, tuttavia, puoi sempre assicurarti che lo smartphone abbia una coppia di altoparlanti stereo. In questa fascia di prezzo, infatti, non è qualcosa di scontato.

NFC

Altro aspetto da non dare per scontato, anche quando si parla dei migliori smartphone economici, riguarda il chip NFC. È quel componente che consente di leggere schede magnetiche, come la nuova Carta d’Identità Elettronica, o di effettuare pagamenti usando lo smartphone al posto della carta di credito, con app come Google Pay. È facile che gli smartphone più economici non abbiano questo chip, perciò assicurati che sia presente se pensi sia qualcosa che possa tornare utile.

Per gli smartphone prodotti da aziende cinesi, come Xiaomi, esistono anche versioni con e senza NFC dello stesso smartphone: in questo caso, assicurati di acquistare la versione europea e non quella internazionale o cinese, dove potrebbe mancare l’NFC.

Slot microSD e uscita per jack da 3,5 mm

Concludo portando all’attenzione due delle caratteristiche più ricercate, che fortunatamente continuano a essere presenti sugli smartphone più economici mentre sono scomparse dai dispositivi di fascia più alta. Salvo casi eccezionali, infatti, sulla stragrande maggioranza degli smartphone sotto i 150 euro troverai sia lo slot per microSD che l’uscita per le cuffie con filo.

Articoli simili