Donna che fa lo styling alla lunga chioma

Piastra per capelli: sai come trovare la migliore? Ti aiutiamo noi!

La piastra per capelli è uno strumento di bellezza che utilizziamo per lisciare o acconciare la nostra chioma. La sua popolarità ha fatto sì che sul mercato ne siano apparsi molti modelli con caratteristiche e funzioni differenti e questo a volte può complicare la decisione di acquisto. Per questo abbiamo creato un articolo dove troverai le migliori piastre per capelli e anche una guida che ti aiuterà a scegliere l’opzione più giusta per le tue esigenze. Buona lettura!

Quale piastra per capelli scegliere? Le nostre preferite

Siamo stati selettivi nell’includere modelli il più nuovi possibile. I marchi si rinnovano costantemente e la tecnologia avanza costantemente per ottenere una stiratura perfetta e veloce. Ecco l’analisi completa delle migliori piastre per capelli che abbiamo selezionato per te per le loro caratteristiche, l’ottimo rapporto qualità prezzo e le opinioni degli acquirenti.

La piastra per capelli migliore per rapporto qualità-prezzo

La piastra per capelli Remington S8590 Keratin Therapy Pro è una delle proposte più vendute e apprezzate in assoluto, merito di un perfetto equilibrio tra prestazioni, funzioni, prezzo e qualità dei materiali. Sono previsti 5 livelli di temperatura, tra i 160 °C e i 230 °C, e un riscaldamento rapido di circa 15 secondi con segnale acustico. Le piastre oscillanti misurano 110 x 27 mm, e hanno un rivestimento in ceramica e cheratina.

Come anticipato, le recensioni sono numerose ed estremamente positive, e vengono apprezzati i risultati professionali raggiungibili alla metà del prezzo grazie alla piastra in esame. Il cavo forse è un po’ più corto rispetto alle proposte più costose, ma nonostante ciò è una delle piastre per capelli con il miglior rapporto qualità-prezzo. La confezione include inoltre una elegante custodia resistente al calore.


La piastra per capelli più conveniente

La Remington S6500 Sleek & Curl è una proposta economica ma del tutto valida per lisciare e arricciare i capelli, ottima per chi ne fa un uso occasionale o per chi non pretende risultati professionali. È possibile selezionare la temperatura della piastra tra 150 °C e 230 °C, visualizzandola sullo schermo LCD, mentre il riscaldamento iniziale richiede pochi secondi.

Le acquirenti ammettono di essere rimaste piacevolmente sorprese dalle prestazioni della piastra, a dispetto di una spesa così irrisoria; i capelli vengono lisciati senza troppe difficoltà e restano tali a lungo, grazie alle alte temperature che raggiunge. Per chi invece cerca risultati migliori, il modello superiore e di poco più costoso, la S6505 Pro Sleek & Curl, offre piastre più grandi e di qualità migliore.


La migliore piastra per capelli per risultati professionali

La ghd Gold è la soluzione perfetta per chi cerca risultati professionali anche a casa, grazie a materiali robusti e di ottima qualità, piastre oscillanti e un cavo lungo 2,7 m. La temperatura viene inoltre mantenuta a 185 °C da due diversi sensori, in modo da offrire un risultato ottimale senza il pericolo di danneggiare i capelli.

Le piastre ghd sono di solito usate anche a livello professionale, come anche questo prodotto. Con il giusto prezzo garantisce capelli lisci e lucenti senza danneggiarli, come confermano le migliaia di acquirenti soddisfatte. Per raggiungere la temperatura impiega meno di mezzo minuto, e durante l’uso risulta pratica e maneggevole.


La migliore piastra per capelli da viaggio

La Imetec Bellissima Mini BM 200 è la piastra per capelli ideale per chi viaggia molto e non vuole occupare troppo spazio in valigia. Il costo è modesto, il peso contenuto e le dimensioni compatte, ma ha tutte le carte in regola per svolgere le stesse funzioni delle sorelle maggiori. Le piastre liscianti hanno una copertura in ceramica e raggiungono i 200 °C, sebbene il cavo sia più corto rispetto alle soluzioni tradizionali.

Pur trattandosi di una piastra con funzioni essenziali e priva di alcuna custodia, essa viene ritenuta un prodotto valido dalle acquirenti, ottima per chi viaggia e buona anche per chi ne fa un uso occasionale, anche se sconsigliata per chi ha i capelli molto lunghi.


La piastra per capelli a vapore preferita dalle acquirenti

La BaByliss ST495E è una piastra per capelli con funzione a vapore, cavo da 1,8 m e 5 impostazioni di temperatura, dai 150 °C ai 230 °C, mentre le piastre ricurve esterne raggiungono i 110 °C. Le due piastre liscianti con funzione ionica e rivestimento in ceramica misurano 39 x 100 mm, e sono equipaggiate con una coppia di pettini districanti rimovibili.

A detta delle acquirenti la piastra performa egregiamente, risultando maneggevole e lisciando perfettamente anche i capelli più crespi. Il serbatoio potrebbe apparire piccolo se si hanno capelli molto lunghi, ma una capienza superiore avrebbe reso la piastra più grande, pesante e scomoda da usare. Per chi è alla ricerca di una piastra a vapore, la ST495E è senza dubbio la migliore per rapporto qualità-prezzo.


Cos’è importante sapere su una piastra per capelli?

È possibile acquistare la migliore piastra per capelli e allo stesso tempo non spendere un capitale? Sì, per fortuna sì. Solo che dobbiamo tenere in considerazione una serie di caratteristiche prima di sceglierne una, altrimenti potremmo buttare via i soldi. Non temere, qui sotto ti diremo tutto ciò che devi sapere su questo utile strumento di bellezza!

Quanti tipi di piastra per capelli esistono?

Tenere conto del tipo di piastra per capelli che acquisterai è il primo aspetto importante per il tipo di investimento che farai. Quanti tipi ne esistono?

Piastra per capelli per arricciare

La sua funzione è quella di creare ricci in modo semplice. A seconda della grandezza dei ricci che vuoi ottenere dovrai optare per una piastra con lamelle medie o strette.

Per poter arricciare i capelli devi solo prendere in considerazione i seguenti punti:

  • I capelli devono essere asciutti per uno styling facile e sano.
  • Dividi i capelli in ciocche, a seconda di quanto spessore vuoi dare ai tuoi ricci.
  • Arriccia i capelli sulla piastra partendo dalla radice.
  • Per ottenere ricci leggeri devi mantenere i capelli sulla piastra ferro per 3 secondi, mentre per avere ricci più netti devi mantenerla premuta per 5 secondi.
  • Se hai i capelli fini prima di iniziare a usare la piastra, applica il termoprotettore per evitare scottature.
  • Per far durare più a lungo l’acconciatura, applica la lacca e poi arriccia i capelli con la piastra.

Piastra per capelli per dare volume

Rendere i capelli ondulati è più semplice che renderli ricci e serve non a definire ma a dare volume. Generalmente per questo tipo di acconciatura si utilizzano lamelle più larghe delle precedenti, quindi almeno medie o larghe.

Puoi dare più volume ai tuoi capelli seguendo questi semplici passaggi:

  • I capelli dovrebbero essere asciutti e leggermente lisciati.
  • Non dovresti iniziare vicino al cuoio capelluto, generalmente le onde sono fatte dal centro verso il basso.
  • Per rendere naturale il tuo aspetto ondulato, la piastra non dovrebbe essere lasciata troppo a lungo tra i capelli.
  • Se le tue onde non hanno la forma desiderata, aspetta che si raffreddino per rimodellarle.
  • Se hai i capelli fini, dovresti usare il ferro alla temperatura più bassa possibile.

Piastra per capelli per lisciare

La lisciatura è il processo più semplice delle tre procedure, con un po’ di abilità e pratica si può ottenere un buon risultato indipendentemente dalla qualità della piastra per capelli. Ti serve più che altro una buona temperatura, se hai i capelli molto grossi, o dovrai effettuare più passaggi per non avere l’effetto crespo.

Per un risultato ottimale è necessario seguire questi passaggi:

  • I capelli devono essere puliti e asciutti.
  • Dividili in ciocche per praticità.
  • Uso una temperatura in base al tuo tipo di capelli.
  • Posiziona la piastra il più vicino possibile alla radice e applica pressione.
  • Fai scorrere lentamente la piastra fino alla punta.

Piastra per capelli in titanio o ceramica?

Oltre all’uso che farai della piastra per capelli, dovresti conoscere anche il tipo di placche o lamelle utilizzate. Generalmente si trovano le seguenti:

  • Piastre per capelli in ceramica: sono considerate le migliori sul mercato, poiché le loro piastre in ceramica si riscaldano rapidamente e in modo uniforme e producono ioni negativi per controllare l’effetto crespo. La ceramica non diventa calda come altri materiali, il che può essere un ostacolo per le donne con i capelli spessi a seconda della marca e della qualità del ferro. È un materiale delicato che si danneggia facilmente.
  • Piastre per capelli in titanio: sono ampiamente utilizzate a livello professionale perché questo materiale è altamente resistente e leggero. È ideale per capelli ribelli e ricci, si distingue per il riscaldamento rapido e uniforme delle sue piastre. La sua qualità ci permette di eliminare l’effetto crespo e le onde. A causa dell’emissione di ioni, non è consigliabile utilizzarla tutti i giorni.
  • Piastre per capelli alla cheratina: è un rivestimento che ammorbidisce le onde dei capelli, le leviga, aggiunge lucentezza e vitalità. L’applicazione di questo rivestimento ottimizza la stiratura per dargli una migliore finitura e protezione, inoltre rafforza il sistema ionico, che rende più efficace la sigillatura delle cuticole e l’eliminazione dell’effetto crespo, fornendo maneggevolezza e morbidezza.

Parrucchiera che fa lo styling a una donna.

Quali caratteristiche tecniche devo tenere in considerazione?

Ci sono vari aspetti più “tecnici” che dovresti considerare quando scegli una piastra per capelli. I pricipali te li descriviamo qui sotto.

Temperatura fissa o regolabile?

Senza dubbio è una delle questioni “tecniche” più importanti. Il vantaggio principale della temperatura fissa è che potrai completamente ignorare questo aspetto perché la piastra da sola (nei modelli “intelligenti”) si occuperà di mantenerla costante in ogni momento.

La piastra per capelli con temperatura regolabile è consigliabile se i tuoi capelli sono particolarmente fini, fragili e si spezzano facilmente. Se questo è il tuo caso e non hai i capelli particolarmente ricci, non avrai bisogno di esporre i tuoi capelli a temperature molto elevate e potrai lavorare con temperature inferiori a 180ºC.

Funzione ionica

È una tecnologia che incorporano molte piastre per capelli e che serve per evitare l’elettricità statica nei capelli. Le piastre con funzione ionica sono caricate con ioni negativi che neutralizzano gli ioni positivi che causano tale fastidiosa elettricità statica. Svolgono anche una funzione antibatterica, interessante nei saloni di bellezza dove i trattamenti vengono eseguiti su persone diverse.

Piastra per capelli larga o stretta? E la lunghezza?

La maggior parte delle lamelle delle piastre per capelli sono larghe tra i 2,5 e i 3 cm. Le piastre extra larghe da 3,5-5 cm sono particolarmente indicate per chi ha i capelli molto lunghi, spessi o ricci.

La lunghezza delle piastre può variare da 8,5 cm a oltre 11 cm per i modelli con piastre extra lunghe. Le lunghe sono più scomode da maneggiare e non sono consigliate per i capelli corti.

Spegnimento automatico

Le moderne piastre per capelli hanno uno spegnimento automatico che può andare dai 30 ai 60 minuti. Questo è un meccanismo di sicurezza che ti sarà di grande valore per evitare lo spreco di elettricità in eccesso e la preoccupazione di averle lasciate accese (succede più spesso di quanto pensi).

Lunghezza cavo

Le piastre per capelli professionali hanno cavi di una lunghezza extra (tra i 2,5 e i 3 metri) e sono girevoli a 360º, il che semplifica notevolmente la loro maneggevolezza, soprattutto durante lo styling o l’arricciatura.

F.A.Q. sulle piastre per capelli

La sezione qui sotto ti tornerà utile per conoscere meglio alcuni aspetti sia della piastra per capelli prima di acquistarla che dopo che l’avrai ricevuta.

Posso usare la piastra con i capelli umidi?

In generale, NON è raccomandabile. Il fatto che ci siano così pochi modelli di piastre disponibili da usare con i capelli bagnati o umidi ne è la prova piùevidente. Basterebbe questo per toglierti l’idea dalla testa.

Tuttavia, se intendi utilizzarla in questo modo, ci sono alcuni modelli che possono essere utilizzati specificamente con i capelli bagnati, come quelli della gamma BaByliss Wet & Dry.

Vale la pena acquistare una piastra per capelli da viaggio?

La maggior parte delle volte no, anche se dipende per cosa la cerchi. Può essere utile per chi viaggia spesso e ha bisogno di piccoli ritocchi, o per chi ha i capelli corti. Se cerchi una lisciatura perfetta o hai i capelli molto lunghi da arricciare, è sempre preferibile, anche per chi viaggia, una piastra per capelli di grandezza standard che comunque non occuperà troppo spazio nella tua borsa.

È una buona idea procurarsi una piastra per capelli senza fili?

Come per le piastre da viaggio, dipende dalle tue esigenze. Le piastre per capelli senza fili sono teoricamente una buona idea, ma in pratica non è così facile trovare prodotti di qualità sul mercato per darti buoni risultati, a meno che non si spenda molto. La potenza è quella che più facilmente ne risente, in un modello che funziona senza elettricità.

Come funziona la piastra per capelli?

Le migliori piastre per capelli funzionano con l’elettricità, convertendo questa energia in calore, anche se non si tratta solo di piastre che vengono riscaldate con una resistenza elettrica come se fossero una stufa, ma di un sofisticato sistema di funzionamento dotato anche si misure di sicurezza.

Queste misure di protezione e sicurezza sono molto avanzate, poiché si tratta di proteggere, da un lato, la macchina in modo che il suo funzionamento non venga alterato o deteriorato, e dall’altro, logicamente, si tratta di proteggere l’utente in modo che non avere problemi se non si usa correttamente.

Piastra per capelli: come pulirla?

Se vuoi pulire correttamente la tua piastra per capelli, segui questi semplici passaggi:

  • Con la piastra scollegata e quasi fredda (tiepida al tatto), inumidisci un panno pulito (non sintetico, di cotone) con acqua calda. È importante che il panno non sia gocciolante, in modo che l’acqua non entri nell’impianto elettrico della piastra per capelli.
  • Strofina insistentemente le lamelle. Se sono basculanti, insisti sui contorni. Questo perché i contorni possono influenzare il movimento delle piastre, generando rumore o bloccandone il movimento.
  • Se vuoi disinfettare ancora meglio, puoi passare anche un batuffolo di cotone (meglio i dischetti struccanti, che non perdono pelucchi) imbevuto di alcool sulle piastre fino a eliminare completamente ogni residuo che può essere rimasto dopo la prima passata con il panno e l’acqua.

Una corretta manutenzione della piastra per capelli non solo ti consentirà di svolgere il lavoro in modo più efficiente, ma allungherà anche la vita del tuo strumento.

Come usare la piastra per capelli senza rovinarli?

Ecco alcuni consigli utili per usare la piastra limitando al massimo i danni ai capelli:

  1. Se non sai usare la piastra, parti da un modello con le lamelle in ceramica, sarà più delicato sui tuoi capelli.
  2. Non usare mai la piastra sui capelli bagnati.
  3. Se devi fare styling come la lisciatura o i ricci, assicurati di utilizzare un prodotto che protegga i capelli dal calore, prima di metterli a contatto con la piastra.
  4. Sciogli bene i capelli con un pettine prima di usare la piastra e dividili in ciocche.
  5. Non passare la piastra più volte sulla stessa ciocca di capelli, soprattutto se usi temperature molto alte.

Come usare la piastra per capelli corti?

Se non hai una chioma lunga e folta probabilmente pensi che una piastra per capelli non sia molto utile per te. Tuttavia, con questo strumento puoi guadagnare volume e cambiare completamente aspetto. Dovrai scegliere una piastra con lamelle non troppo lunghe e che siano strette. Dopodiché, ti consigliamo di guardare il video qui sotto per avere qualche idea di come acconciare i capelli corti con la piastra.