Pasta al malto per gatti: a cosa serve e come trovare la migliore

Gatto e pasta al malto

Se cerchi la pasta al malto per gatti, probabilmente hai visto che il tuo felino casalingo ingerisce grandi quantità di pelo quando si pulisce e sai che deve espellerle per non intercorrere in problemi digestivi. Per prevenire la formazione dei boli di pelo si usa proprio la pasta di malto, in integratore alimentare naturale molto efficace. Vuoi sapere quale scegliere e come usarla? Continua a leggere il nostro articolo!

La migliore pasta al malto per gatti: i nostri prodotti preferiti

La pasta al malto per gatti più venduta e apprezzata

GimCat Malt-Soft Pasta Extra è una pasta di malto per gatti di origine vegetale contenente malto, grassi e lieviti. Viene venduta in un tubetto da 200 grammi, da somministrare giornalmente nella fase critica nella quantità di 6 centimetri (circa 3 grammi).

Secondo quanto riportato nelle numerosissime recensioni, è una pasta di malto che piace molto a quasi tutti i gatti, è densa ed efficace da subito.

La pasta al malto per gatti preferita dagli acquirenti

Camon propone la pasta di malto per gatti Maltofos in tubetto da 100 grammi, utilizzabile anche per conigli e furetti. Contiene sciroppo di malto, fruttoligosaccaridi e vitamine che contribuiscono al funzionamento regolare dell’intestino.

Al momento ha ricevuto solo recensioni dalle tre stelle in su, in quanto sembra efficace e piacevole per, anche in questo caso, quasi tutti i gatti. 

La scorta di pasta al malto per gatti più conveniente

Il formato più conveniente al momento viene offerto da Lifelong, il brand di Amazon. Questa pasta di malto per gatti ha un prezzo inferiore ai 10 euro per 200 grammi di prodotto. Nella compostizione puoi trovare malto d’orzo, olio minerale, vaselina, glicerina e vitamine.

Il rapporto qualità prezzo è uno dei migliori sul mercato e sembra essere molto efficace. Tuttavia il sapore è meno gradevole per una percentuale maggiore di gatti rispetto agli altri prodotti.

La migliore pasta al matto per gatti al formaggio

Trixie propone una pasta di malto per gatti al formaggio, contenente biotina per migliorare l’aspetto del pelo. Il tubetto è da 100 grammi e agisce come lubrificante del tratto intestinale per agevolare l’espulsione dei peli con le feci.

Per qualcuno è ottima ed efficace e ha un buon rapporto qualità-prezzo, ma, anche in questo caso, non a tutti i gatti piace.


Le cose più importanti da sapere sulla pasta al malto per gatti

Durante la toelettatura quotidiana, è normale che i gatti ingeriscano una quantità più o meno abbondante del proprio pelo, che passerà inevitabilmente nel tratto digestivo. Normalmente i gatti riescono ad espellere parte di questi peli, sia vomitandoli, sia attraverso le feci, ma non sempre.

Si possono formare quindi boli di pelo più grandi che si accumulano nello stomaco o in qualsiasi altro punto del tratto digestivo dei nostri gatti. Se i nostri amici non saranno in grado di eliminarli, si possono verificare delle conseguenze anche piuttosto serie, come la stitichezza e l’ostruzione intestinale.

Come sapere se il tuo gatto ha i boli di pelo nel tratto digestivo?

Ci sono alcuni sintomi che possono aiutarti a sospettare una bola di pelo nel tratto digestivo del tuo gatto:

  • Ha frequenti conati di vomito e sembra che stia cercando di vomitare, senza successo. Può essere che abbia una palla di pelo nello stomaco e stia cercando di espellerla, ma è troppo grande.
  • Vomita spesso, espellendo liquidi e cibo semidigerito. Può avere il bolo nelle prime porzioni dell’intestino tenue, rendendo così difficile il passaggio del cibo. Questo può anche causare una mancanza di appetito nel gatto.
  • La stipsi può essere un segno che il gatto ha una palla di pelo nell’intestino crasso.
  • Puoi tastare l’addome del tuo gatto, se è gonfio, potrebbe voler dire che ha un bolo di pelo.
  • Controlla le feci, se noti che hanno delle tracce di sangue, porta il tuo gatto immediatamente dal veterinario.

Come prevenire la formazione di boli di pelo?

Come avrai capito, è quasi inevitabile che il tuo gatto non ingerisca pelo. Quello che puoi fare sicuramente è cercare di prevenire la formazione dei boli.

Ci sono alcune cose che possono aiutare in questo. Prima di tutto puoi spazzolare spesso il tuo gatto, in modo che abbia meno peli morti possibili sul suo manto e ne ingerirà quindi meno. L’altra ottima opzione che hai a disposizione per evitare l’accumulo di pelo nello stomaco è l’uso della pasta al malto per gatti.

Cos’è la pasta al malto per gatti e a cosa serve?

La pasta al malto per gatti è un integratore alimentare che viene solitamente venduto in tubetti simili ai dentifrici. Ha una consistenza piuttosto densa ed è generalmente composto da estratto di malto, oli e fibre vegetali, sebbene altri ingredienti possano essere inclusi a seconda della marca.

La formulazione della pasta al malto per gatti è molto efficace nell’aiutare i nostri felini di casa ad eliminare i peli che vengono ingeriti durante la toelettatura, sciogliendo i boli di pelo che si possono formare, e prevenendo la formazione di nuovi.

La sua composizione favorisce un corretto transito intestinale, poiché ha un effetto lassativo e, grazie agli oli vegetali che contiene, lubrifica l’apparato digerente, trasportando così i peli attraverso l’intestino ed espellendoli insieme alle feci.

Come devo dare la pasta al malto per gatti?

Sebbene il malto abbia un sapore e una consistenza che di solito piacciono ai nostri amici, devi essere cosciente che ogni gatto è diverso e ognuno ha i suoi gusti. Quindi, alcuni arriveranno di corsa non appena ti sentiranno aprire il tubo del malto, mentre altri non vorranno saper nulla di quella pasta che li obblighi a mangiare. Se il tuo gatto è un po’ schizzinoso, ed è uno di quelli che non sono disposti a mettergli nulla in bocca, potresti dover provare più di una pasta al malto, finché non ne trovi una che soddisfi la sua approvazione.

Per i gatti che mangiano di tutto

Se il tuo gatto appartiene al gruppo dei mangioni e gli piace la pasta al malto, darglielo sarà semplicissimo: ti basterà mettere la porzione corrispondente su un dito e lui lo mangerà direttamente. Eventualmente puoi cambiare sapori e gusti, poiché ne esistono diversi, studiati appositamente per non far annoiare i nostri gatti.

Per i gatti di difficili gusti

Se invece avete un gatto il cui malto non lo convince del tutto, niente paura: farglielo assumere è abbastanza semplice. Un’opzione è stendere la porzione corrispondente su una zampa o sul muso. In questo modo il tuo gatto non avrà altra scelta che leccarsi per pulirsi, perché sappiamo già che ai gatti non piace per niente essere sporchi, e quindi ingerirà il malto.

L’altra opzione è mescolare la pasta al malto per gatti nel cibo, soprattutto in quello umido. Moltissimi gatti, compreso il mio, non amano la pasta da sola, ma se mescolata al loro cibo preferito non fanno storie.

Qual è la quantità giusta da dare di pasta al malto per gatti?

È importante conoscere la quantità di pasta al malto per gatti da somministrare. Salvo diverse indicazioni del veterinario o del produttore, la dose deve essere delle dimensioni di una nocciola ogni volta che gli viene somministrata la pasta.

Per i gatti a pelo corto sarà sufficiente somministrarla 2 volte a settimana. Se il tuo gatto ha invece il pelo lungo, è consigliabile somministrarla 4 volte a settimana.

Durante i periodi di muta, o se hai un gatto molto incline ai boli di pelo, puoi dargli il malto ogni giorno. In ogni caso, non è consigliabile esagerare, perché dopotutto il malto ha un effetto lassativo. Tieni sotto controllo quindi il tuo amico per assicurarti che le sue feci non siano troppo morbide. Ti consigliamo di usare una lettiera autopulente, per tenere d’occhio ancora meglio la situazione.

La pasta al malto è utile per qualsiasi gatto?

La pasta al malto è consigliata per tutti i gatti, ma ovviamente diventa un complemento ancora più indispensabile in quelli dal pelo più lungo (come i gatti d’angora, balinesi o persiani).

Pasta al malto per gatti: a cosa serve e come trovare la migliore
Riccardo

Riccardo

Mi piace scrivere e fare ricerche per rendere più completi i miei articoli. Gli argomenti che preferisco trattare sono i temi di informatica (soprattutto PC e gaming!) ma anche temi di animali e salute in generale, che comprende anche l'alimentazione e lo sport.

Torna su