Un notebook convertibile.

I migliori notebook convertibili: PC portatili 2-in-1 che diventano tablet

In questa guida all’acquisto ti consiglierò i migliori notebook convertibili da comprare, e ti spiegherò quando e perché conviene scegliere un notebook 2-in-1, ovvero un computer portatile che diventa tablet. Si tratta infatti di notebook ultra-sottili che si trasformano in tablet ruotando la tastiera all’indietro, o più raramente smontandola del tutto grazie a un aggancio magnetico.

I notebook convertibili sono una categoria di PC portatili molto versatili. Questi cosiddetti portatili 2-in-1 vengono ampiamente utilizzati per il lavoro, per lo studio e per lo svago, unendo le potenzialità di un classico laptop alla praticità di un moderno tablet. Il loro costo è tendenzialmente superiore a quello di portatili con componenti simili, anche se di poco; ma comunque trovare anche notebook convertibili economici a partire da circa 300 euro!

Se dunque non sai quale notebook convertibile scegliere per il lavoro, lo studio e l’intrattenimento, continua a leggere la nostra guida comparativa per trovare il migliore per te.

I migliori notebook convertibili per studio, lavoro e intrattenimento

Come ti ho già anticipato, i PC portatili 2-in-1 sono macchine molto versatili. Combinano i vantaggi di un tradizionale notebook con quelli di un tablet, e puoi trovarli in diverse fasce di prezzo. I migliori notebook convertibili raramente supereranno i 1500 euro di prezzo, poiché componenti troppo potenti e ingombranti non permetterebbero al portatile di trasformarsi in tablet o di essere usato come tale in maniera agevole. Fatta questa premessa, vediamo dunque quali sono i migliori notebook convertibili da acquistare e quale scegliere per te con la nostra lista comparativa!

1) Il notebook convertibile più economico

Partiamo subito con una delle proposte più economiche del mercato: il Chromebook HP Chromebook x360 14a-ca0000sl. È un portatile convertibile 2-in-1 economico e compatto, con sistema operativo Chrome OS. Puoi abitualmente trovare questo portatile a 300 euro o poco più, il che lo rende uno dei laptop più economici in commercio. Naturalmente in questo range di prezzo non puoi sperare di ottenere un prodotto dalle prestazioni elevate, ma è comunque un notebook convertibile dall’elevato rapporto qualità-prezzo e sorprendentemente versatile.

Con un processore entry-level Intel Celeron N4120, affiancato da 4 GB di RAM e 64 GB per l’archiviazione, questo portatile convertibile HP garantisce le medesime prestazioni di un tablet economico, con il grande vantaggio di offrire tutti i comfort di un normale PC. Sfoggia un ampio display touch da 14″ e una pratica webcam, ideale per sessioni di DAD, smartworking e naturalmente per lo svago. L’autonomia è molto buona, consentendo al portatile di superare anche le 10 ore di operatività. Pesa appena 1,49 kg e ha uno spessore complessivo di 1,82 cm. Buona la connettività, anche se dispiace per l’assenza di un lettore di impronte digitali.

315,03 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎HP x360 14a-ca0000sl

  • Costo molto basso
  • Ampio display da 14″
  • Ottima autonomia
  • Tasti per il volume laterali
  • Ideale per chi non ha mai usato un PC

Svantaggi HP x360 14a-ca0000sl

  • Prestazioni limitate
  • Telaio in plastica
  • Tastiera non illuminata
  • Lettore di impronte digitali assente

2) Il miglior chromebook convertibile di fascia bassa

Un notebook convertibile economico molto simile al precedente è l’ASUS Chromebook Flip CX1400FKA. Anche in questo caso abbiamo un portatile convertibile poco costoso ma sufficientemente versatile grazie a ChromeOS. Rappresenta quindi una soluzione ideale per è abituato a tablet e smartphone Android e per chi non ha mai usato un PC Windows, come gli anziani, i bambini e molti adulti.

Anche in questo caso troviamo un grande schermo da 14″ con risoluzione Full HD. Sotto la scocca troviamo invece un più prestate Intel Celeron N4500, con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria eMMC. Per quanto economica, questa configurazione garantisce prestazioni tutto sommato accettabili anche per lo svago oltre che per lo studio e il lavoro, garantendo una fluidità molto buona. Molto buona anche qui la connettività e l’autonomia, che può raggiungere le 12 ore in base all’uso.

317,82 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎ASUS Flip CX1400FKA

  • Costo modesto
  • Ampio display da 14″
  • Ottima autonomia
  • Tasti per il volume laterali
  • Ideale per chi non ha mai usato un PC

Svantaggi ASUS Flip CX1400FKA

  • Telaio in plastica
  • Tastiera non illuminata
  • Lettore di impronte digitali assente

3) Il miglior portatile convertibile per studio e smartworking

Cerchi un notebook convertibile economico ma che usi Windows 11? Ti sconsiglio le soluzioni estremamente economiche, puntando invece a qualcosa di fascia media per ottenere un dispositivo sufficientemente versatile e duraturo. Ti propongo dunque l’HP Pavilion x360 14-dy1002sl, un laptop convertibile di buona qualità che monta un processore Intel Core i5-1155G7 con 8 GB di RAM e scheda grafica Intel Iris X. Il telaio in alluminio lo rende anche più elegante e robusto delle proposte in plastica meno costose.

Ti consentirà di lavorare e studiare senza alcun intoppo, garantendoti tutta la flessibilità e la fluidità di cui puoi aver bisogno. Naturalmente anche sul lato intrattenimento non delude affatto, complice il buon set di altoparlanti inclusi e il monitor da 14″. Buona la connettività, la tastiera retroilluminata e l’uso di un SSD NVMe da 256 GB. Per trovare qualche difetto dobbiamo proprio cercare il pelo nell’uovo. L’autonomia è di circa 5-8 ore, in base all’utilizzo, ed è inferiore a molti altri notebook convertibili. Anche il fatto che sia spesso 2 cm lo rende di qualche millimetro più paffuto rispetto alla media.

679,99 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎HP x360 14-dy1002sl

  • Costo modesto
  • Buone prestazioni
  • Display da 14″

Svantaggi ‎‎HP x360 14-dy1002sl

  • Un po’ più spesso della media
  • Autonomia appena nella media

4) Il miglior notebook convertibile con penna

Altra interessante proposta di fascia media è questo HP Pavilion x360 14-dy0003sl, un ottimo computer portatile convertibile con penna. L’uso di un pennino può rendere alcune attività lavorative più piacevoli, e il fatto che sia inclusa con l’offerta è certamente una soluzione molto comoda.

All’interno del telaio in alluminio troviamo un processore i3-1125G4 con scheda video Intel UHD. Sono componenti che garantiscono prestazioni buone in ogni contesto sebbene tu possa trovare portatili convertibili di poco più potenti a un costo simile, come per il modello che ti ho già consigliato. In compenso un processore meno potente garantisce al portatile un’ottima autonomia, superando anche le 10 ore di operatività.

649,99 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎x360 14-dy0003sl

  • Costo modesto
  • Penna inclusa
  • Display da 14″
  • Autonomia fino a 11 ore

Svantaggi ‎‎x360 14-dy0003sl

  • Un po’ più spesso della media

5) Il miglior laptop convertibile 2-in-1 con schermo da 15,6″

I portatili convertibili in tablet che ti ho proposto finora sono adatti un po’ a chiunque. Se tuttavia cerchi un portatile più potente, che magari ti consenta di usare meglio le applicazioni più pesanti, allora ti consiglio l’HP 15-ey0000sl Envy x360. Con un design elegante e prestazioni elevate, è indubbiamente un notebook convertibile di fascia media pronto a ogni sfida.

Sotto la scocca in alluminio troviamo un processore AMD Ryzen 7 5825U con scheda grafica Radeon integrata e 16 GB di RAM. Tuttavia è lo schermo da 15,6″ a catturare su di esso tutte le attenzioni, essendo uno dei portatili convertibili con il display più grande. Connettività e autonomia sono ottime, garantendo dalle 10 alle quasi 15 ore di operatività. Piuttosto buono anche il sonoro, confermando questo notebook convertibile ideale anche per lo svago oltre che per il lavoro.

999,99 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎HP 15-ey0000sl Envy x360

  • Grande schermo da 15,6″
  • Audio buono
  • Prestazioni molto buone
  • Autonomia fino a oltre 14 ore

Svantaggi ‎‎HP 15-ey0000sl Envy x360

  • Peso un po’ sopra la media

6) Il miglior notebook convertibile OLED per svago e lavoro

Passiamo ora a una proposta più costosa ma altrettanto interessante. Questo ASUS Zenbook S 13 Flip UP5302ZA monta uno splendido monitor OLED da 2,8K e con tecnologia HDR. Oltre a essere perfetto per chi ama godere film, serie e videogiochi con il massimo contrasto visivo, è una soluzione ideale anche per grafici e fotografi.

È un notebook convertibile con penna inclusa che garantisce una notevole versatilità, risultando comodo e scattante in ogni situazione. Monta un processore di nuova generazione Intel Core i7-1260P, con 16 GB di RAM e scheda video Intel Iris Xe integrata. Molto buona l’autonomia e la qualità costruttiva. Buona anche la connettività, nonostante l’assenza di una porta HDMI.

1.699,00 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎ASUS Zenbook S 13 Flip OLED UP5302ZA

  • Splendido schermo OLED 2,8K
  • Prestazioni elevate
  • Penna inclusa

Svantaggi ‎‎ASUS Zenbook S 13 Flip OLED UP5302ZA

  • Costo un po’ alto
  • 13,3″ potrebbero non bastare a chiunque

7) Il notebook convertibile migliore per il lavoro e non solo

Se sei un professionista e cerchi un notebook convertibile per il lavoro, ti propongo il Microsoft Surface Laptop Studio A1Y-00010. È un portatile convertibile dal design unico e caratterizzato da un’ottima qualità costruttiva, tipica dei dispositivi Surface. Tipico dei laptop Microsoft è anche il costo un tantino elevato, se paragonato a portatili con hardware simile.

Monta un display da 14,4″ di ottima qualità, sul quale trova posto una webcam di qualità superiore alla media. Questa scelta è certamente indicata per un portatile convertibile in tablet appetibile a chi lavora da remoto. Quanto a prestazioni, nonostante il prezzo, c’è poco da lamentarsi. Un processore Intel Core H35 i7-11370H con 16 GB di RAM e scheda video dedicata NVIDIA RTX 3050 Ti sono componenti di qualità che consentono prestazioni ottimali in ogni contesto, gaming incluso. Completano il quadro un SSD NVMe da 512 GB e una connettività discreta. 1 TB e qualche porta in più non avrebbero guastato.

1.275,20 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎Microsoft Surface Studio A1Y-00010

  • Potente e versatile
  • Scheda grafica NVIDIA
  • Ampio display da 14,4″
  • Webcam di qualità
  • Design singolare
  • Qualità costruttiva notevole

Svantaggi ‎‎Microsoft Surface Studio A1Y-00010

  • Costo elevato
  • Scomodo come tablet
  • Connettività limitata
  • Pesante

8) Il laptop convertibile con la miglior autonomia

Il nuovo HP Spectre x360 14-ef2000sl è un computer portatile convertibile moderno e versatile, che monta componenti di nuova generazione. È indicato per professionisti e power user che cercano una macchina potente ed efficiente, e che non sentono il bisogno di una scheda grafica da gaming.

Un processore di nuova generazione Intel Core i7 1355U garantisce a questo portatile 2-in-1 una elevata efficienza. Supportato da batteria capiente, questo laptop è in grado di raggiungere le 20 ore di autonomia, in base all’utilizzo. Davvero notevole! Completano il quadro 16 GB di RAM, un SSD NVMe da 1 TB ad alta velocità e un display da 13,4″. La grafica integrata Intel Iris Xe garantisce prestazioni più che soddisfacenti. Buona la webcam inclusa e non delude la qualità costruttiva del prodotto. La connettività potrebbe essere migliore.

1.275,20 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎HP Spectre x360 14-ef2000sl

  • Ottimo processore
  • 20 ore di autonomia
  • 1 TB di spazio PCIe Gen4
  • Buona webcam

Svantaggi ‎‎HP Spectre x360 14-ef2000sl

  • Prezzo non per tutti
  • Connettività limitata
  • Pesante

9) Il miglior portatile convertibile da gaming

Nei prossimi paragrafi ti spiegherò perché è molto difficile trovare un notebook convertibile da gaming, e perché non è una soluzione consigliabile. Il costo di questi dispositivi non è molto conveniente per il gamer, e sarebbe preferibile acquistare un notebook da gaming migliore allo stesso prezzo o a molto meno.

Ciononostante, se cerchi qualcosa di unico e versatile, voglio comunque farti contento proponendoti il nuovissimo ASUS ROG Flow Z13 GZ301VU#B0BZWF3MTF. È un computer da gaming portatile e convertibile in tablet di nuova generazione, pensato per i gamer e per i professionisti. Monta un display da 13,4″ con frequenza di aggiornamento fino a 165 Hz e risoluzione QHD+. Come processore abbiamo un top di gamma Intel Core i9-13900H, affiancato da 16 GB di RAM e scheda video dedicata NVIDIA RTX 4050 con 6 GB di memoria dedicata GDDR6. Per l’archiviazione abbiamo un SSD NVMe da 1 TB con Windows 11 installato.

2.057,02 EUR Vedi su Amazon

Vantaggi ‎ASUS ROG Flow Z13 GZ301VU#B0BZWF3MTF

  • Ottime prestazioni
  • Decisamente versatile
  • GPU di nuova generazione
  • Buona connettività
  • Design unico e accattivante

Svantaggi ‎‎ASUS ROG Flow Z13 GZ301VU#B0BZWF3MTF

  • Costo sopra la media
  • Piuttosto pesante

Guida alla scelta del miglior notebook convertibile

Abbiamo già visto quali sono i migliori notebook convertibili da comprare; nei prossimi paragrafi scopriremo meglio il loro mondo, per comprendere come e quale scegliere tra i migliori laptop 2-in-1 proposti.

Cos’è e come funziona un laptop convertibile

Partiamo innanzitutto dalla definizione di notebook convertibile o 2-in-1. Avrai notato che nell’articolo ho utilizzato i termini “computer portatile”, “laptop” e “notebook” in modo interscambiabile. Questo perché nella lingua italiano siamo abituati a ritenerli sinonimi, con lo scopo di indicare qualsiasi computer portatile standard.

Questi dispositivi, noti per la loro versatilità e convenienza, offrono le funzionalità di un computer desktop in un formato compatto e trasportabile. I computer portatili moderni sono composti da due parti che si chiudono a conchiglia l’una sull’altra, il monitor da un lato e la tastiera con il resto dell’hardware dall’altra, a formare la base. Non rientrano dunque in questa categoria i tablet.

Definizione di “ultrabook” e “netbook”

D’altra parte “ultrabook” e “netbook” rappresentano sottocategorie specifiche all’interno del grande gruppo dei computer portatili. Questa distinzione aiuta a navigare nell’ampia gamma di opzioni disponibili, guidando i consumatori verso la scelta più adatta alle loro esigenze specifiche.

Gli ultrabook, un tempo marchio Intel, sono noti per il loro design sottile, leggero e per prestazioni elevate, spesso con una maggiore enfasi sull’autonomia della batteria e su funzionalità avanzate. I moderni ultrabook realizzati con processori Intel vengono identificati con il marchio “Intel EVO”.

I netbook, invece, sono caratterizzati da dimensioni ancora più ridotte e da specifiche tecniche più limitate, ideali per attività di base come la navigazione in internet e l’elaborazione di testi, puntando su un costo accessibile e su una trasportabilità ancora maggiore.

Computer portatili che si trasformano in tablet e vice versa

Entrano qui in gioco i notebook convertibili o tablet convertibili, anche chiamati portatili 2-in-1 o laptop ibridi. Molto spesso infatti possiamo definirli anche ultrabook o netbook, in base alla potenza dell’hardware e alle dimensioni dello schermo. La maggior parte dei portatili convertibili in tablet consentono la rotazione del display fino a dietro la base, trasformandosi a tutti gli effetti in un tablet un po’ più panciuto. Alcuni moderni convertibili 2-in-1 realizzati da Microsoft hanno invece un meccanismo intermedio che collega corpo e schermo, e che consente al computer di trasformarsi anche in questo caso in un tablet.

Può capitare anche di trovare notebook convertibili in tablet tramite lo sgancio della tastiera, connessa magneticamente al monitor. Tuttavia questa seconda tipologia notebook convertibili, spesso chiamati anche portatili o tablet 2-in-1 detachable, non non si vede molto in giro, poiché hardware e batteria primaria del PC risiederebbe sullo stesso blocco del display, limitando le potenzialità del dispositivo a quelle di un normale tablet.

Prezzi dei notebook convertibili

Come ti avevo anticipato nell’introduzione, puoi trovare portatili convertibili a vari prezzi. I più economici partono già nelle fasce più basse del mercato, con Chromebook convertibili che costano anche solo 300 euro. Troviamo poi portatili convertibili anche di fascia media e alta, con molti notebook convertibili quindi tra i 500 e i 1300 euro.

Non figurano portatili 2-in-1 di fascia molto alta. Esistono rare eccezioni, ma allo stesso prezzo potresti tuttavia prendere un normale computer portatile molto più potente. Non troverai inoltre notebook convertibili da gaming, salvo anche in questo caso rare e costose eccezioni che comunque impiegheranno schede grafiche di fascia bassa.

In effetti un discorso non molto diverso a quanto fatto nella sezione precedente andrebbe fatto anche parlando dei limiti di un notebook convertibile. Dato che il portatile dev’essere sufficientemente sottile da potersi ripiegare su se stesso, così da essere utilizzabile anche come tablet, diventerebbe molto difficile includere un hardware molto potente, poiché avrebbe bisogno anche di un sistema di dissipazione pesante e ingombrante.

Principali pregi dei portatili convertibili 2-in-1

Abbiamo capito che i notebook convertibili sono macchine interessanti ed estremamente versatili, ricche di pregi ma di cui non vanno ignorati i potenziali inconvenienti.

Iniziamo dunque con i tanti vantaggi del possedere un notebook convertibile:

  • Perfetti per studio, lavoro, intrattenimento multimediale e svago
  • Sono dispositivi facilmente trasportabili e molto versatili;
  • I notebook convertibili economici sono molto convenienti;
  • I modelli di fascia media e alta montano spesso componenti moderni e innovativi;
  • Puoi disporre di un computer portatile o di un laptop in base a ciò che ti serve;
  • Hanno spesso una buona autonomia;
  • Sono generalmente leggeri e piuttosto sottili;
  • Hanno sempre un monitor touchscreen, e funzionano molto bene con un pennino;
  • Vengono impiegati per il lavoro, lo studio, l’intrattenimento multimediale, la navigazione web, il gaming occasionale e il disegno, sia in casa che all’esterno.

I tablet convertibili hanno due personalità. Come un notebook tradizionale, un convertibile ha una tastiera meccanica e uno schermo con cerniera. La differenza risiede nella cerniera speciale del convertibile, che si trova al centro del retro del sistema e consente allo schermo touch di essere ruotato e piegato sulla tastiera per creare un tablet.
computerworld.com

Potenziali svantaggi dei notebook convertibili 2-in-1

Come ti ho già detto, è importante ricordarsi che comportano anche degli svantaggi e dei potenziali difetti. In particolare:

  • Essendo molto sottili, hanno spesso poche porte;
  • Viste le dimensioni ridotte, non hanno quasi mai il tastierino numerico;
  • Costano un po’ di più rispetto a normali notebook con componenti uguali, anche se la differenza non è molto alta nelle fasce bassa e media;
  • È molto difficile trovare notebook convertibili da gaming, poiché non c’è spazio a sufficienza per ospitare una potente scheda video con dissipatore annesso, e in quel caso costano davvero tanto;
  • In modalità tablet saranno sempre e comunque più grossi e pesanti di un normale tablet, salvo che per i rari casi in cui la tastiera è smontabile, anche se in questi casi il notebook sarà meno potente;
  • Manutenzione ed espansione dell’hardware di solito sono limitate e meno pratiche, perché a causa del loro design sottile e minimale possono essere più difficili da aprire e avere la RAM saldata, quindi non sostituibile/espandibile.

Laptop convertibili migliori per studio e lavoro

Un buon laptop convertibile per lo studio deve essere innanzitutto del budget ideale. Puoi scegliere tra portatili 2-in-1 economici come i Chromebook da 300 a 500 euro se cerchi qualcosa di poco costoso che ti aiuti a prendere appunti, fare ricerche sul web e restare in contatto con i compagni. Sono buoni anche come alternativa ai tablet per bambini in età scolare. Punta invece a qualcosa di poco più costoso se vuoi usarlo anche per altri scopi o vuoi semplicemente un notebook convertibile migliore e più affidabile, ma comunque non serve spendere molto.

Ricorda anche che un portatile convertibile più costoso probabilmente sarà anche un po’ più pesante e ingombrante, quindi potrebbe risultare meno pratico da portare in una cartella. Considera anche l’idea di scegliere un tablet per prendere appunti.

Discorso molto simile va fatto anche se ti serve un notebook convertibile per il lavoro e l’ufficio. In questo caso, tuttavia, è preferibile puntare ai modelli un po’ più costosi, quindi quelli di fascia media e con sistema operativo Windows piuttosto che ChromeOS. In questo modo avrai una maggiore flessibilità potendo usare le più tradizionali applicazione d’ufficio. Prediligi convertibili con un display ampio se lavori con la grafica, progettazione, o se sei un programmatore. In questi casi avrai più spazio per destreggiarti nella tua arte, ma ancora una volta ricorda che saranno meno comodi da usare come tablet perché più grandi e pesanti.

Notebook convertibili ideali per gaming e intrattenimento

Naturalmente puoi usare qualsiasi portatile convertibile anche per lo svago, inclusi i Chromebook 2-in-1 più economici. Tutti i notebook convertibili sono ottimi per lo svago e l’intrattenimento. In questo caso puoi tranquillamente navigare sul web e sfogliare i social, oltre che usare applicazioni per vedere i tuoi film e le tue serie preferite. Sul Play Store dei Chromebook troverai poi tantissimi giochi che andranno bene anche sui modelli meno costosi.

In questi casi il mio consiglio è quello di trovare un notebook convertibile con display OLED per una resa grafica ottimale, e con un buon set di altoparlanti per godere anche di un audio perlomeno decente. Tuttavia il discorso si complica se vuoi quel qualcosa in più. Nei prossimi paragrafi ti spiegherò meglio la differenza tra un Chromebook convertibile e un portatile 2-in-1 Windows, ma se vuoi giocare anche a molti videogiochi per PC allora dovrai necessariamente puntare a un notebook Windows.

Ma come ho già accennato in altre sezioni, per un portatile convertibile è molto difficile avere un hardware potente, dato che le schede video di fascia alta richiedono un voluminoso dissipatore per il loro raffreddamento. Esistono laptop convertibili da gaming, ma non sono molto in voga. I motivi sono fondamentalmente due:

  • è raro che un videogiocatore abbia la necessità di convertire il suo laptop in un tablet
  • a parità di componenti un tablet convertibile costerebbe un po’ di più, soldi che un gamer preferirebbe spendere per un tablet con una migliore scheda grafica.

Fortunatamente le nuove generazioni di schede grafiche integrate consentono di giocare a molti dei giochi online più famosi, come Fortnite, League of Legends, Minecraft, Counter-Strike: Global Offensive, Rocket League e molti altri. I notebook convertibili più costosi avranno generalmente schede grafiche integrate più potenti, che ti consentiranno una maggiore flessibilità con i tuoi videogiochi preferiti.

Come installare una scheda video esterna su laptop convertibili

Negli ultimi anni, grazie al progresso tecnologico, giocare su portatili con una scheda video esterna è una possibilità del tutto realistica. Il mio consiglio resta sempre quello di acquistare un computer da gaming se vuoi giocare su PC con maggiore libertà, e magari di un buon smartphone da gaming per giocare in totale mobilità.

In questo capitolo di spiegherò come installare una scheda video esterna su un portatile, anche chiamate eGPU (external graphics processing unit). Le eGPU non sono altro che normali schede grafiche per PC fissi collegate a un laptop tramite un adattatore. Ti consentiranno di far girare molto meglio i giochi più moderni anche su laptop relativamente economici o sottili, caratteristiche tipiche di molti notebook convertibili. Ma bisogna ammettere che non è una soluzione molto comoda. Ad ogni modo, se vuoi sapere come installare una scheda grafica esterna su notebook, avrai bisogno di un adattatore come quelli che vedi qui sotto.

Adattatori eGPU per portatili

55,69 EUR Vedi su Amazon

Nel primo caso abbiamo un adattatore per eGPU su portatili molto economico. Si tratta di un semplice adattatore PICe con cavi necessari al suo funzionamento. In questo caso sarà necessario:

  • montare la scheda video esterna sull’adattatore;
  • se il tuo portatile non ha una porta HDMI a due vie, o se non vuoi usare un monitor esterno, dovrai aprire la parte posteriore del portatile per esporre la scheda madre o perlomeno uno slot mini-PCIe, quindi collegare l’adattatore PCIe al tuo portatile con il cavo HDMI incluso a uno slot mini-PCIe disponibile (potrebbe essere necessario scollegare la scheda Wi-Fi);
  • alimentare elettricamente l’adattatore con un alimentatore per PC;
  • accendere l’adattatore e poi il portatile, quindi installare i driver.

Non è una procedura per chiunque, e sicuramente è una soluzione molto scomoda e sconsigliata per i notebook convertibili.

Prezzo non disponibile Vedi su Amazon

Una soluzione più comoda ed elegante, ma molto più costosa, la troviamo invece nella seconda proposta. Si tratta di adattatori eGPU con collegamento Thunderbolt 3.0, che includono un alimentatore e un case per la GPU (o eGPU enclosure). In questo caso monterai la scheda all’interno e collegherai il tutto alla presa della corrente e a una delle porte USB-C/Thunderbolt del tuo notebook convertibile, decidendo poi se usare un monitor esterno oppure no. E il gioco è fatto. Dato che alcuni notebook convertibili hanno dei limiti molto conservativi per la CPU, onde evitarne il surriscaldamento, ti consiglio anche di verificare se è possibile aumentare il TDP tramite il BIOS.

Software nei migliori portatili convertibili in tablet

Il software utilizzabile sui portatili 2-in-1 dipende fondamentalmente da quale sistema operativo si sceglie. In commercio troviamo prevalentemente due opzioni, ed è molto importante fare la scelta giusta perché passare da un sistema operativo a un altro sulla medesima macchina è fortemente sconsigliato, oltre che difficoltoso.

Il sistema operativo è dunque un elemento cruciale nella scelta di un notebook convertibile, in quanto definisce l’interfaccia utente e le capacità software del dispositivo. Apple al momento non ha un notebook convertibile sul mercato. Che io sappia, inoltre, i principali produttori di portatili non vendono modelli con Linux, perlomeno in Italia. Mi concentrerò dunque sulle due opzioni decisamente più comuni.

ChromeOS

Nella fascia più economica è frequente trovare i Chromebook, che operano su Chrome OS, una versione speciale di Android sviluppata da Google per il mercato dei computer portatili. Questi dispositivi offrono un’esperienza utente simile a quella dei tablet e degli smartphone, con un’enfasi sull’utilizzo di applicazioni web e un’interfaccia semplice e intuitiva.

I Chromebook ono dispositivi perfetti per chi non ha dimestichezza con i normali PC ma magari usa abitualmente tablet e smartphone. Sono adatti per chi ama navigare sul web, chi usa molto i social network, chi utilizza principalmente servizi Google come Gmail e Google Drive, o ancora chi ama scrivere e leggere e guardare film e serie. Essi sono noti per la loro facilità d’uso, l’avvio rapido e il costo tendenzialmente molto basso. Tuttavia sono certamente limitati in termini di compatibilità con software più complessi o applicazioni desktop. Dato che puoi trovarli a poco prezzo, inoltre, montano un hardware piuttosto scarso, laddove allo stesso prezzo potresti trovare tablet più performanti.

Windows

D’altra parte, i notebook convertibili con Windows offrono un grado maggiore di flessibilità e sono dotati di un ambiente operativo identico a quello dei tradizionali laptop. Questo permette agli utenti di accedere a un ampio spettro di software, dalle applicazioni per l’ufficio a programmi di editing grafico e video, fino a videogiochi più conosciuti, sia attraverso il Microsoft Store che attraverso altri store digitali. Windows offre inoltre una maggiore personalizzazione e opzioni di configurazione del sistema, rendendolo una scelta versatile per una vasta gamma di attività, dal lavoro d’ufficio all’intrattenimento.

La compatibilità con una varietà di hardware e periferiche esterne è un altro punto di forza di Windows, rendendolo adatto sia per utenti professionali che per appassionati di tecnologia. Per l’uso come tablet dovrai fare affidamento sulla capacità di Microsoft di creare un ambiente comodo anche con il touch e senza tastiera. E in questo caso, posso confermarti che con Windows 11 hanno compiuto dei grandi passi in avanti, fornendo una transizione da laptop a tablet estremamente fluida e personalizzabile.

Hardware dei migliori notebook convertibili

Nei laptop convertibili 2-in-1 troviamo grosso modo gli stessi componenti hardware dei normali computer, portatili e non. In fondo sono macchine che funzionano tutte in maniera piuttosto simile, perciò ho preferito creare una sezione a parte per spiegartele brevemente.

Display

I notebook convertibili si distinguono per i loro display versatili e di alta qualità. La maggior parte di questi dispositivi vanta schermi di dimensioni comprese tra 13 e 14 pollici, ottimizzati per equilibrare portabilità e visibilità. In termini di tecnologia del display, IPS (In-Plane Switching) e OLED (Organic Light-Emitting Diode) sono le più comuni. I pannelli IPS offrono angoli di visione ampi e colori consistenti, mentre gli OLED si distinguono per i loro neri profondi e un contrasto superiore. La risoluzione dello schermo varia spesso da Full HD a 4K, con una frequenza di aggiornamento che può arrivare fino a 120Hz o più, garantendo immagini nitide e movimenti fluidi.

Nei notebook convertibili il display è sempre touch. In fondo si tratta di computer trasformabili in tablet.

Processore e scheda video

Il cuore di un notebook convertibile è il suo processore, che determina la velocità e l’efficienza del dispositivo. I modelli attuali includono processori Intel Core e AMD, adatti a un’ampia gamma di esigenze, dal multitasking al gaming, in base alla loro potenza. La scheda video, integrata o più raramente dedicata, è un altro fattore chiave per l’elaborazione grafica. Mentre la grafica integrata è generalmente sufficiente per le attività quotidiane e l’editing leggero, una scheda video dedicata (come NVIDIA o AMD) è consigliata per il gaming, la progettazione grafica e l’editing video avanzato.

RAM e spazio per l’archiviazione

La RAM (Random Access Memory) e lo spazio di archiviazione sono cruciali per le prestazioni complessive. Nei notebook convertibili varia solitamente da 4 GB a 32 GB e non è sostituibile, anche se in media siamo su 8 GB per i modelli più economici e 16 GB per i convertibili di fascia alta. La RAM influenza la capacità del dispositivo di supportare applicazioni più pesanti e di gestire più applicazioni contemporaneamente.

Per l’archiviazione, invece, i modelli più economici possono montare memorie eMMC (Embedded MultiMediaCard) non removibili, che offrono spazio sufficiente per le attività di base (generalmente 64 o 128 GB). I modelli di fascia media e alta, invece, tendono a includere SSD (Solid State Drive) montati su slot M.2. Questi offrono maggiore velocità e longevità, con la possibilità di sostituzione per espandere lo spazio disponibile. Gli SSD garantiscono certamente una maggiore libertà di archiviazione dati per l’utente.

Connettività

La connettività in un notebook convertibile è vitale per la sua funzionalità. Con l’evoluzione verso design più sottili, il numero di porte fisiche tende a diminuire, lasciando spazio a soluzioni wireless come il Bluetooth per la connessione a periferiche esterne. Caratteristiche come lettori di impronte digitali migliorano la sicurezza, ma non è sempre possibile trovarli sui modelli più economici.

La webcam è invece onnipresente, ed è spesso fondamentale per attività di smartworking e didattica a distanza (DAD); talvolta è anche presente una seconda webcam rivolta all’esterno, proprio come nei normali tablet. Infine è importante considerare il tipo e il numero di porte disponibili (USB, HDMI, uscita per cuffie e slot per schede SD o microSD) per garantire che il dispositivo soddisfi tutte le esigenze di connessione. La porta LAN per connettersi a una rete con cavo Ethernet è generalmente assente, poiché il dispositivo è troppo sottile per ospitarne una in maniera decorosa.

Batteria e alimentazione

La durata della batteria è un aspetto fondamentale per i notebook convertibili, con molti modelli che offrono da 7 a 13 ore di autonomia a seconda dell’uso. La ricarica avviene tradizionalmente tramite un alimentatore dedicato, ma alcuni nuovi modelli supportano la ricarica USB-C, la stessa interfaccia utilizzata nei tablet e smartphone, aggiungendo comodità e versatilità. Questo permette di ridurre il numero di cavi necessari durante i viaggi e facilita la ricarica in movimento. I notebook convertibili moderni offrono inoltre la ricarica rapida, garantendo fino al 50% della carica in tempi molto brevi.

FAQ sui notebook convertibili

È possibile connettere periferiche a un notebook convertibile?

Sì, è possibile connettere periferiche a un notebook convertibile. Questi dispositivi combinano la versatilità di un tablet con le funzionalità di un laptop tradizionale, offrendo diverse opzioni di connettività. Tipicamente, includono porte USB per collegare dispositivi esterni come mouse, tastiere e unità di archiviazione. Inoltre, molte unità hanno anche porte HDMI, utili per collegare il notebook a monitor esterni o proiettori, rendendole ideali per presentazioni o intrattenimento multimediale. Anche la connettività wireless, come il Bluetooth, è comune, permettendo l’uso di periferiche senza fili. È importante verificare la compatibilità delle periferiche con il sistema operativo del notebook e le specifiche delle porte per assicurarsi una connessione efficace.

Posso stampare da un noteboook convertibile?

Sì, è possibile stampare da un notebook convertibile. Questo processo richiede l’installazione dell’app del produttore della stampante sul notebook, che deve essere connesso alla stessa rete Wi-Fi della stampante. Dopo aver configurato la stampante, puoi selezionarla dalle opzioni di stampa all’interno delle diverse applicazioni per inviare i tuoi documenti alla stampa. La capacità di stampare dipende dalla compatibilità del sistema operativo del notebook e dalle specifiche tecniche della stampante. In generale, i notebook convertibili, che combinano le funzionalità di un laptop e di un tablet, supportano una vasta gamma di stampanti disponibili sul mercato, consentendo agli utenti di gestire facilmente la stampa di documenti​.

Posso utilizzare programmi di contabilità su un notebook convertibile?

Sì, è possibile utilizzare programmi di contabilità su un notebook convertibile. I notebook convertibili, che combinano le funzionalità di un laptop tradizionale con quelle di un tablet, spesso operano su sistemi operativi come Windows o Android, rendendoli compatibili con software di contabilità popolari come QuickBooks e FreshBooks. È fondamentale verificare la compatibilità del software con il sistema operativo del notebook e considerare le specifiche tecniche del dispositivo, come la capacità di elaborazione e la memoria. Mentre i notebook convertibili possono eseguire con successo software di contabilità, le loro prestazioni possono variare e potrebbero non essere paragonabili a quelle di computer desktop o laptop dedicati, specialmente per applicazioni che richiedono un’intensa elaborazione dei dati​.

Posso usare un notebook convertibile per fare videochiamate?

Sì, è possibile utilizzare un notebook convertibile per fare videochiamate. Come i tablet convertibili, anche i notebook convertibili sono equipaggiati con fotocamere frontali e supportano varie applicazioni di videochiamata come Skype, Zoom, Microsoft Teams e altre. Per garantire una buona esperienza durante le videochiamate, è importante avere una connessione internet stabile e una fotocamera di qualità adeguata. La combinazione di portabilità e versatilità dei notebook convertibili li rende ideali per videochiamate sia in ambito professionale che personale, offrendo la comodità di un dispositivo portatile con le funzionalità di un computer tradizionale​.

Quali sono le dimensioni e il peso ideali per un notebook convertibile?

Le dimensioni e il peso ideali per un notebook convertibile variano in base alle esigenze e preferenze dell’utente. Generalmente, i notebook convertibili sono progettati per essere più portatili rispetto ai laptop tradizionali. Di solito, hanno uno schermo che varia tra i 13 e le 14 pollici, il che li rende sufficientemente grandi per un’esperienza utente confortevole ma abbastanza compatti da essere facilmente trasportabili.

In termini di peso, molti notebook convertibili si situano nella fascia tra 1 e 2 kg. Un peso inferiore è preferibile per chi ha bisogno di portabilità, come gli studenti o i professionisti che viaggiano frequentemente. Tuttavia, modelli più leggeri potrebbero compromettere su altre specifiche come la dimensione della batteria o le prestazioni.

Alcuni notebook convertibili di fascia alta possono offrire schermi più grandi (fino a 15 pollici) con prestazioni elevate, ma tendono ad essere più pesanti. La scelta ideale dipende dall’equilibrio tra portabilità e prestazioni necessarie all’utente.

I notebook convertibili supportano programmi .exe di Windows?

I notebook convertibili che eseguono Windows possono supportare programmi .exe, permettendo agli utenti di installare e utilizzare software standard per PC. Questa funzionalità è particolarmente vantaggiosa per i professionisti che hanno bisogno di specifici programmi Windows per il loro lavoro. Tuttavia, la compatibilità e le prestazioni dipendono dalle specifiche hardware del notebook, quindi è importante assicurarsi che il dispositivo abbia la capacità di elaborazione richiesta per gestire i programmi desiderati. I modelli più avanzati e costosi, come i Microsoft Surface Pro, tendono ad offrire prestazioni superiori, ma anche i modelli meno costosi possono eseguire molti programmi .exe per attività di base. La flessibilità di un notebook convertibile nel gestire sia applicazioni leggere che software più impegnativi li rende strumenti adatti per una varietà di utilizzi professionali e personali.

Che tipo di applicazioni posso utilizzare su un laptop convertibile?

Su un laptop convertibile puoi utilizzare un’ampia gamma di applicazioni, sia mobili che desktop, a seconda del sistema operativo. Questi dispositivi combinano la portabilità di un tablet con la funzionalità di un laptop, permettendo l’uso di app di produttività come Microsoft Office, strumenti di editing grafico, app di navigazione web, piattaforme di social media e giochi. La compatibilità delle app varia in base al sistema operativo del dispositivo: i modelli Windows supportano applicazioni desktop complete, mentre quelli con Android o ChromeOS sono generalmente limitati alle app disponibili sui rispettivi store. La scelta del software dovrebbe essere guidata dalle esigenze specifiche e dal tipo di lavoro o intrattenimento che prevedi di svolgere con il tuo dispositivo​.

È utile un pennino touch per un notebook convertibile?

L’utilizzo di un pennino touch per i notebook convertibili è particolarmente utile per una serie di attività che richiedono precisione e dettaglio. Questo strumento diventa fondamentale per artisti, grafici, designer e professionisti che necessitano di una precisione superiore in attività come disegno, progettazione grafica o annotazione manuale. Il pennino offre una maggiore precisione rispetto al dito, riduce le impronte sullo schermo e fornisce un’esperienza di scrittura più naturale, simile a quella della carta. Molti notebook convertibili sono equipaggiati con tecnologie avanzate di riconoscimento della penna, inclusa la sensibilità alla pressione e il rilevamento dell’inclinazione, che migliorano significativamente l’interazione utente. È importante selezionare pennini compatibili con il proprio notebook convertibile per garantire un’esperienza di utilizzo ottimale e sfruttare al meglio le potenzialità di questi dispositivi versatili.

Articoli simili