Scegli la migliore chitarra acustica da acquistare secondo le tue esigenze

Una chitarra acustica

Vuoi imparare a suonare la chitarra e visto il tuo amore per la musica pop, hai deciso di puntare subito sulla migliore chitarra acustica in commercio? Strumento affascinante e versatile, la chitarra acustica è ottima per cominciare a praticare ed è inoltre ideale per studiare diversi generi musicali come il blues, il country e il folk rock.

Magari hai già dato un’occhiata alle varie offerte sui negozi online, ma non sai proprio quale scegliere. D’altronde, dalle immagini le chitarre sembrano davvero tutte uguali! Niente paura, sono qui proprio per darti qualche utile consiglio, in modo da poterti orientare al meglio tra i vari prodotti disponibili sul mercato e trovare la migliore chitarra acustica per le tue esigenze.

Le migliori chitarre acustiche sul mercato: le nostre preferite

La migliore chitarra acustica per qualsiasi utilizzo

La Yamaha F370 è una chitarra acustica realizzata con ottimi materiali e capace di regalare un suono corposo e naturale, perfetta per i principianti ma adatta anche ai musicisti più esperti, prestandosi molto bene a generi musicali di ogni tipo, dal blues al rock e al country. È realizzata con un corpo in nato e top in abete; il manico è largo 43 mm ed è anch’esso in nato, mentre la tastiera è in pregiato palissandro.

Le recensioni sono numerose e molto incoraggianti: si tratta senza dubbio di un’ottima chitarra, che si adatta a utenti di diverso livello d’esperienza nonché a vari stili musicali, con un suono equilibrato e una qualità costruttiva di buon livello. Ottime anche le corde in acciaio e la possibilità di acquistarla in tre diverse colorazioni.


La migliore chitarra acustica per rapporto qualità-prezzo

Progettata per utenti alle prime armi o con già qualche anno di esperienza, la Cort AD810 è una chitarra acustica con corpo e manico in mogano, top in abete e tastiera in merbau, stesso legno con cui è realizzato anche il ponte. La larghezza del manico è di 43 mm e ha una scala di 648 mm (25,5″).

Le recensioni degli acquirenti sono molto favorevoli e denotano una chitarra dalle ottime qualità, sia per quanto riguarda la costruzione che la bontà del suono. Il corpo sembra particolarmente robusto, merito anche della struttura con sostegno a X avanzato, e risulta molto comoda sia nell’accordatura che durante l’uso. Piace molto anche il design e la qualità del mogano, sebbene sia disponibile soltanto con colorazione naturale.


La migliore chitarra acustica con shape auditorium

La Eko NXT A100cee SEE è una soluzione adatta ai musicisti principianti ma ancor di più a chi ha già un po’ di esperienza alle spalle, e vuole avvicinarsi alle chitarre acustiche con uno shape auditorium. È realizzata con un top in abete e tastiera in roupanà sudamericano, mentre fasce, fondo e manico sono in mogano. È inoltre equipaggiata con un preamplificatore EKO G03 che garantisce un pratico controllo del volume (con funzione mute) e di una equalizzazione del suono con bassi, medi e alti.

La Eko NXT in questione, con la sua speciale sagoma auditorium cutaway e l’elegante colorazione rossastra, è senza dubbio una chitarra acustica che non passerà inosservata. Si tratta di un prodotto di ottima qualità, sia per il suono che per i materiali impiegati, ma che gli acquirenti non hanno ancora recensito in quanto immessa sul mercato in tempi relativamente recenti.


La chitarra acustica elettrificata al miglior prezzo

La Fender 0930307006 SA-105C è una chitarra elettroacustica acquistabile ad un prezzo particolarmente conveniente e in tre diverse colorazioni: sunburst, black e natural. È realizzata con manico e corpo in nato, top in abete e tastiera in un generico hardwood. Il capotasto è in plastica e l’hardware è cromato, mentre le corde in dotazione sono le Fender Dura-Tone 880L Coated 80/20. Trattandosi di una chitarra acustica elettrificata, monta un sistema di preamplificazione con accordatore Fishman Isys III, di qualità idonea alla fascia di prezzo.

La chitarra in questione gode di un volume di vendita particolarmente elevato, complice il basso costo, la disponibilità di diversi colori e la notorietà del marchio. La sua fascia di prezzo non garantisce una qualità del suono particolarmente limpida, come evidenziano gli acquirenti più pignoli, ma in fondo si tratta di una chitarra pensata per principianti e musicisti occasionali, per i quali è un prodotto più che ottimo. Anche le corde incluse destano qualche dubbio, ma con il tempo possono essere sostituite con qualcosa di più professionale, e per il resto le recensioni sono complessivamente molto positive.


Guida sulla scelta della migliore chitarra acustica: i nostri consigli

Chitarra acustica con tastiera in acero o palissandro?

Quando si vuole trovare la migliore chitarra acustica per le proprie esigenze, non si può non parlare di una delle grandi diatribe del mondo chitarristico: il tipo di legno usato per la produzione della tastiera. Alcuni pensano ci siano delle grandi differenze tra acero e palissandro, altri invece affermano che non cambi molto.

La verità è nel mezzo, in quanto ci sono delle differenze di suono, ma che comunque subiscono delle variazioni dal tipo di corde usate, dalla cassa e dal “tocco” del chitarrista stesso.

In generale, le tastiere in acero sono più dense e resistenti, quindi producono un suono acuto, specialmente per le note singole. Per questo molti chitarristi solisti puntano sulle chitarre con tastiera in acero, in quanto devono eseguire note con assoluta precisione e ottenere un suono stabile per ognuna.

Questa ovviamente non è una regola, specialmente in molti generi dove la chitarra ritmica si fonde con la solista per creare riff più variegati. Per questo, ultimamente le chitarre in palissandro sono più diffuse. Rispetto all’acero, il palissandro è molto più morbido, cosa che si traduce in un suono morbido, ideale per suonare accordi pieni con il plettro.

Le tastiere in acero si presentano con una tinta chiara, mentre quelle in palissandro sono scure. Quindi, su quale ti conviene puntare nella scelta della migliore chitarra acustica per te? Ti direi di seguire prima di tutto i tuoi gusti, sebbene all’inizio è meglio puntare sul sicuro e cominciare con una chitarra acustica con tastiera in palissandro, più adatta per suonare gli accordi e comunque ottima anche per lo studio delle scale.

Migliore chitarra acustica: modello standard o elettrificata?

Probabilmente, durante la tua ricerca, avrai visto delle chitarre acustiche elettrificate. Di cosa si tratta? Fondamentalmente, le chitarre acustiche elettrificate (o amplificate) dispongono di un amplificatore integrato nella cassa con regolatore per il volume e le frequenze.

Questi “ibridi” tra la chitarra elettrica e l’acustica, dispongono anche di un’entrata per il jack per il collegamento con una cassa amplificata o un preamplificatore. Se sei alle prime armi, non vale la pena comprare una chitarra acustica elettrificata, in quanto in generale questa tipologia viene impiegata per suonare dal vivo e amplificare il suono dello strumento. Inoltre, tieni conto che le chitarre acustiche elettrificate “entry level”, spesso lasciano un po’ a desiderare per quanto riguarda il suono amplificato.

Personalmente, ti consiglio di cominciare con una chitarra acustica standard per imparare i rudimenti e per abituarti al suono dello strumento. Poi, una volta acquisita una buona padronanza delle basi, puoi decidere di passare alla migliore chitarra acustica elettrificata per i tuoi standard. Vedrai che così facendo, potrai gestire il volume e l’equalizzazione in modo più preciso, in quanto avrai già un’idea del suono che vuoi ottenere usando l’amplificatore.

Componenti

La qualità dei componenti è un fattore da non sottovalutare, anche quando si acquista la migliore chitarra acustica per principianti. Per questo, ti suggerisco di non puntare su modelli troppo economici, in quanto sebbene possano avere un suono “decente”, sul lato di componenti come il ponte e le chiavette lasciano a desiderare.

In generale, sotto i 100 € rischi di acquistare dei veri e propri pezzi di compensato travestiti da chitarra. Chiaro, non devi neanche puntare su modelli intermedi o professionali, ma cerca di stare tra i 100 e i 200 € di spesa. Una chitarra acustica deve avere come minimo delle chiavette resistenti, per un’accordatura precisa e stabile. Anche il ponte è molto importante, in quanto quelli di bassa qualità possono rovinarsi facilmente quando cambi le corde.

Due amici al tramonto con le chitarre

Differenze tra la chitarra acustica e la classica

Quando si cerca la migliore chitarra acustica per le proprie esigenze, è normale domandarsi se possa essere meglio puntare su una classica per cominciare a suonare. A volte capita di fare un po’ di confusione tra le tipologie, quindi penso sia opportuno fare un po’ di chiarezza.

Chitarra classica

Presenta un manico più largo e una maggiore distanza tra le corde, in quanto andrebbe suonata con le dita, usando una tecnica chiamata “fingerpicking”. La classica inoltre, monta solitamente le corde in nylon, morbide e capaci di fornire un suono più caldo sulle singole note di accordi, scale e arpeggi. La chitarra classica, come puoi immaginare, trova la sua “casa” nella musica classica, ed è uno strumento tradizionale del flamenco spagnolo.

Chitarra acustica

Al contrario, la chitarra acustica si presenta con un manico più stretto e una minore distanza tra le corde, per favorire lo “strumming” con il plettro, ovvero la tecnica di pennata usata per suonare gli accordi. Le corde in acciaio sono più dure di quelle in nylon, ma producono un suono più “secco” e quindi più adatte per l’esecuzione di accordi pieni con un maggiore equilibrio tra i bassi e gli alti.

Per questo motivo, la chitarra acustica viene usata prevalentemente nei generi musicali dove la ritmica è composta prevalentemente da accordi, come ad esempio il pop e i brani rock acustici. La troviamo nella sua versione “elettrificata” anche nel blues e in alcuni casi anche nel jazz.

A chi sono consigliate?

In linea di massima, la chitarra classica viene spesso consigliata ai neofiti, in quanto le corde in nylon sono un po’ più “gentili” con le dita e il manico largo permette di allenare l’elasticità della mano con più efficacia. A mio modesto parere però, se vuoi imparare a suonare qualche brano pop o rock e cominciare a muoverti tra i primi giri armonici, penso sia meglio partire direttamente con una chitarra acustica. In questo modo, ti abituerai subito alla grandezza del manico, alle corde in acciaio e soprattutto al suono.

Conclusioni

Scegliere la migliore chitarra acustica può non essere così semplice, ma qualche idea dovresti essertela già fatta, grazie a questo articolo. Se comunque dovessi avere dubbi, puoi sempre scriverci qui e noi ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Ti aspettiamo!

Scegli la migliore chitarra acustica da acquistare secondo le tue esigenze
Luca Sammartino

Luca Sammartino

Appassionato di musica, cinema e tecnologia in generale, scrivo per dare una mano agli utenti a trovare i prodotti giusti, specialmente per quanto riguarda il campo degli strumenti musicali, dove all'inizio può risultare difficile orientarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su