Come trovare la miglior fotocamera mirrorless per le tue esigenze

fotocamera mirrorless in primo piano

Dal 2008 il mercato delle macchine fografiche ha registrato un importante sviluppo in termini di funzionalità e versatilità. Tra queste, la fotocamera mirrorless si sta facendo sempre più spazio tra fotografi professionisti e non, lasciando spesso leggermente indietro le potentissime ma ingombranti reflex.

Desideri anche tu dare una marcia in più ai tuoi scatti ma non vuoi acquistare un prodotto troppo costoso, ingombrante e poco maneggevole? Allora la fotocamera mirrorless potrebbe essere proprio quello che stai cercando. La fotocamera mirrorless costituisce, infatti, il perfetto compromesso tra le più economiche fotocamere bridge e le complesse fotocamere reflex. Questo perché racchiude in un corpo macchina relativamente leggero e compatto una miriade di funzionalità evolute che permettono a qualunque fotografo di realizzare scatti incredibili con facilità. 

Non mi credi? Continua a leggere e scoprirai tutto quello di cui hai bisogno! Nei prossimi paragrafi ti mostrerò innanzitutto quelle che sono, al momento, le migliori fotocamere mirrorless. Poi ti spiegherò in dettaglio cos’è esattamente questo tipo di macchina fotografica e cosa la differenzia da una classica Reflex. Ti aiuterò anche a capire qual è la migliore fotocamera mirrorless per te in base alle tue competenze ed esigenze. Ma bando alle ciance! Iniziamo il nostro mini viaggio nel mondo delle fantastiche fotocamere mirrorless!

Le migliori fotocamere mirrorless sul mercato: le nostre preferite

Nei paragrafi seguenti ti illustrerò quelle che considero le migliori fotocamere mirrorless attualmente in vendita, differenziandole per costo e caratteristiche chiave.

La miglior fotocamera mirrorless per iniziare

La Panasonic Lumix DMC-GX80KEGK è una mirrorless compatta e leggera, con un peso inferiore al mezzo chilogrammo. Quella che ti suggerisco come migliore fotocamera mirrorless per iniziare monta un’ottica da 12-32 mm, versatile e dal costo contenuto, ma la GX80 è disponibile anche con il solo corpo o con obiettivo da 14-140 mm. Equipaggia un sensore MOS da 16 MP in grado di girare filmati in 4K, con stabilizzatore Dual IS a 5 assi.

Questa fotocamera si presta molto bene a chi si avvicina per la prima volta al mondo delle fotocamere professionali, mirrorless e non, con un design semplice e compatto e menu di facile navigazione, come confermano anche gli acquirenti. Dispone di varie funzionalità che semplificano la vita del fotografo amatoriale, quali il post focus e l’HDR automatico, come anche tante impostazioni più avanzate per soddisfare anche i professionisti. Supporta inoltre la connessione senza fili tramite Wi-Fi ma non sono previsti NFC o Bluetooth. Infine, i professionisti potrebbero sentire la mancanza di un ingresso per il microfono.


La miglior fotocamera mirrorless professionale dal prezzo accessibile

Spostandomi su qualcosa maggiormente indicata se hai già maturato una certa esperienza con il mondo della fotografica, la Nikon Z5 è una fotocamera mirrorless con sensore CMOS FX da 24,3 MP potente e versatile. Nello specifico, quella che ti propongo è accompagnata da un’ottica VR da 24-50 mm e da una scheda SD Lexar da 64 GB, ed è coperta da 4 anni di garanzia Nital.

È una fotocamera con caratteristiche di fascia alta come un ampio schermo touch da 3,2″ ad alta risoluzione, mirino EVF OLED da 0,5″ e stabilizzatore VR a 5 assi. Consente di catturare video in 4K e fino a 4,5 FPS in modalità scatto continuo. Le funzioni messe a disposizione dei fotografi professionisti sono davvero tante, come confermano anche i recensori, come la possibilità di scelta tra otturatore meccanico ed elettronico o la modalità Focus Shift Shooting, indispensabile nella fotografia macro e che consente di unire fino a 300 scatti con messa a fuoco differente.


La miglior fotocamera mirrorless per vlogger e cineamatori

La Panasonic Lumix DC-G100VEC-K è una mirrorless mid-range dalle ottime qualità, e se ami fare video, per lavoro o per hobby, è la fotocamera che fa per te. Come per la GX80, ritroviamo anche qui lo stabilizzatore Dual IS a 5 assi e la possibilità di registrare video in 4K, più una serie di migliorie tecniche che la rendono più orientata verso i video ma anche più versatile, come l’aggiunta del collegamento Bluetooth oltre al Wi-Fi e la presenza di un sensore da 20 MP.

Oltre che per le varie funzioni automatizzate che semplificano la registrazione dei video per i vlogger, la Lumix G100 viene apprezzata da acquirenti e recensori professionisti anche per l’ottimo microfono, nonché per lo schermo perfettamente visibile anche in condizioni di forte luce ambientale. La durata della batteria è nella media per questa fascia di prezzo, mentre il peso è sorprendentemente contenuto. Molto importante è infine la presenza di un treppiede/impugnatura di buona qualità.


La miglior fotocamera mirrorless mid-range

La Sony Alpha 6400L, qui proposta assieme a un obiettivo da 16-50 mm, è un’interessante proposta di fascia medio-alta, buona per i professionisti e perfetta per l’uso quotidiano. Supporta la registrazione di video 4K HDR e vanta un AF particolarmente efficiente, come testimoniano anche gli acquirenti. Monta un sensore CMOS da 24,2 MP e chip Wi-Fi, NFC e Bluetooth. Si rivela una buona fotocamera per i vlogger grazie al display ribaltabile e alcune funzioni specifiche, ma se sei uno che ama riprendersi durante i viaggi, sia per piacere che per professione, potresti anche orientarti verso qualcosa di più economico ma altrettanto soddisfacente come la Lumix G100.

I recensori confermano le ottime qualità di questa mirrorless, ritenendola una valida fotocamera di scorta per professionisti tanto quanto una fedele compagna di avventura per vlogger e content creator. Sembra comportarsi molto bene anche in condizioni di scarsa luce ambientale, con foto e filmati di ottima qualità grazie alla sensibilità massima supportata pari rispettivamente a ISO 102.400 e ISO 32.000. Gli acquirenti sono infine lieti che questo modello non soffra i problemi di surriscaldamento durante le registrazioni in 4K come alcune modelli inferiori.


La fotocamera mirrorless più desiderata dai professionisti

Concludo con un prodotto di fascia alta che, se sei un professionista, sarà in grado di regalarti enormi soddisfazioni, confermandosi come una delle miglior mirrorless in commercio. La Fujifilm X-T4 è una fotocamera digitale professionale in grado di realizzare splendidi video in 4K 60p a 10 bit, grazie al sensore X-Trans CMOS 4 da 26,1 MP, con AF da 0,2 secondi e tracking automatico del soggetto.

Può effettuare raffiche di scatti fino a 30 FPS (con crop a 16,6 MP) e vanta un’autonomia di circa 500 scatti, con la possibilità di impostare un profilo per il risparmio energetico per un centinaio di scatti in più. Ha un mirino elettronico da 3,69 MP e un ampio schermo touch da 3″. Sul fronte connettività offre infine sia il Wi-Fi che il Bluetooth. Non serve dire che gli acquirenti la considerano una fotocamera eccezionale, in grado di regalare scatti e filmati davvero straordinari. Naturalmente il costo non è basso, e non sembra neanche semplice da utilizzare, ma se sei un professionista del settore probabilmente non batterai ciglio.


Guida sulla scelta della miglior fotocamera mirrorless: i nostri consigli

Prima di procedere con l’elencare i criteri fondamentali che ti permetteranno di identificare la migliore fotocamera mirrorless per te in base alle tue esigenze, ritengo essenziale darti un’infarinatura generale, soprattutto se sei ancora un fotografo in erba e non hai le conoscenze di base riguardo il mondo della fotografia.

Cos’è una fotocamera mirrorless? E cosa la differenzia dalle più tradizionali Reflex? 

Iniziamo per gradi. La Reflex, anche definita DSLR, acronimo di Digital Single Lens Reflex (fotocamera reflex digitale con obiettivo singolo) è una fotocamera professionale il cui funzionamento è regolato da un sistema di specchi inclinato a 45 gradi presente all’interno del corpo macchina. Questo riflette la luce esterna catturata dall’obiettivo sul pentaprisma prima e sul mirino ottico e il sensore poi.

Le mirrorless, invece, come testimonia già il termine in inglese (tradotto significa “senza specchi”), sono prive del sistema di specchi. Ciò vuol dire che la luce non viene mediata dal prisma ma arriva direttamente sul sensore, regalando scatti più nitidi, dettagliati e contrastati. L’assenza di specchi si ripercuote ovviamente anche sul corpo macchina esterno. Quest’ultimo è infatti molto più leggero, compatto ed ergonomico pur continuando ad offrire funzionalità innovative e, quindi, adatto anche alle mani più inesperte. 

Le mirrorless sono, quindi, delle fotocamere estremamente versatili, fedeli alleate dei fotografi professionisti, degli amatori più evoluti ma anche ottime compagne per tutti coloro che muovono i primi passi nel mondo della fotografia digitale.

Quali sono i criteri per scegliere la migliore fotocamera mirrorless per me?

Dopo questa breve introduzione, ecco però sopraggiungere la fatidica domanda: “Ma come faccio a scegliere la migliore fotocamera mirrorless per me?”. Non preoccuparti, nei prossimi paragrafi troverai dei criteri e delle informazioni importanti che ti aiuteranno a fare chiarezza in merito, come le dimensioni, il livello di esperienza, il sensore e la connettività.

Quale sensore scegliere per la fotocamera mirrorless?

Iniziamo dal cuore di qualunque macchina fotografica, compresa la mirrorless: il sensore d’immagine. Il sensore è un piccolo chip composto da milioni e milioni di pixel la cui funzione è quella di trasformare la luce catturata in informazioni digitali e, di conseguenza, nelle nostre fotografie. Va da sé che maggiori saranno le dimensioni del sensore, maggiore sarà il numero di pixel dell’immagine e, dunque, la risoluzione. Esistono tre dimensioni fondamentali per i sensori d’immagine, ovvero, in ordine crescente, micro 4/3, APS-C e Full Frame. 

Il micro 4/3

Il sensore più piccolo, ovvero il micro 4/3, misura solo 13,0 x 17,3. Grazie alle sue dimensioni esigue, il corpo macchina può beneficiare di compattezza e peso notevolmente ridotti. Le prestazioni della mirrorless però non verranno intaccate relativamente a funzionalità, messa a fuoco e risoluzione.

Nonostante la risoluzione massima consentita dal micro 4/3 sia di 20 MP e la i valori ISO non superino spesso i 1600 punti, rendendo il dispositivo meno efficace in condizioni di scarsa luminosità, gli scatti realizzati saranno molto più che soddisfacenti per i dilettanti e gli appassionati di fotografia senza troppe esigenze.

L’APS-C

In ordine crescente troviamo, poi, il sensore APS-C, forse il più utilizzato dalle case produttrici per le fotocamere mirrorless entry level e semi-professionali. Questo sensore rappresenta una via di mezzo tra il micro 4/3 e il Full Frame: misura 23,6 x 15,6 mm e realizza scatti con una risoluzione massima di 24 MP.

I vantaggi delle fotocamere con questo tipo di sensore sono sicuramente le dimensioni più compatte e la maggiore ergonomia del corpo macchina ma anche, e aggiungerei soprattutto, l’elevato rapporto qualità-prezzo e la vastissima gamma di obiettivi compatibili presente sul mercato. 

Il Full Frame

Concludiamo con il sensore più grande, riservato spesso esclusivamente ai professionisti, ovvero il Full Frame. Questo misura ben 36 x 24 mm e viene montato soprattutto nei corpi macchina delle mirrorless tecnologicamente più avanzate. Pensa che grazie alle sue dimensioni riesce a catturare una quantità di luce tale da realizzare scatti che possono raggiungere addirittura i 50 MP!

Una tale risoluzione d’immagine ha, ovviamente, un costo. A risentirne, oltre alla spesa da sostenere, è anche il corpo macchina di una mirrorless, che è più pesante e meno maneggevole. Per questo motivo, sconsiglio di acquistare fotocamere con questo tipo di sensore a tutti i principianti. Se sei alle prime armi e desideri una fotocamera mirrorless con la quale sorprendere i tuoi amici, sappi che i sensori micro 4/3 e APS-C adempiranno più che sufficientemente al proprio compito. 

Un criterio importante nella scelta della migliore fotocamera mirrorless: il tipo di obiettivi disponibili

Un secondo criterio da tenere in considerazione sono sicuramente gli obiettivi. Come hai avuto modo di leggere nei paragrafi precedenti, le mirrorless sono fotocamere a obiettivi intercambiabili. Ciò vuol dire che, nel corso degli anni, potrai decidere di acquistare nuove lenti per migliorare la qualità dei tuoi scatti o dare sfogo alla tua creatività.

Tuttavia, le fotocamere mirrorless sono da considerare ancora relativamente “giovani” rispetto alle Reflex. Pertanto, la varietà di obiettivi offerta dal mercato rimane piuttosto limitata. Quindi è importante, quando si sceglie la migliore fotocamera mirrorless, valutare il prezzo, la qualità e soprattutto la gamma di obiettivi intercambiabili compatibili presenti sul mercato.

Se alcune case produttrici come Panasonic e Olympus producono obiettivi intercambiabili, molte altre ricorrono ad attacchi per le lenti personalizzati e, dunque, non compatibili con obiettivi prodotti da altre case produttrici. In questo caso la scelta sarà quindi molto più limitata. 

Quale connettività deve avere la mia mirrorless?

Anche la connettività è un criterio da non sottovalutare nella scelta della migliore fotocamera mirrorless, soprattutto al giorno d’oggi. La connessione via cavo, infatti, non è più l’unico modo per trasferire i propri scatti dalla fotocamera al PC o per condividerli con i propri amici o sui canali social.

I modelli più evoluti sono dotati di connessione wireless che permette di inviare in un istante i file digitali a un altro dispositivo mobile tramite WLAN, NFC o Bluetooth. Valuta un tipo di connessione piuttosto che un’altra secondo i dispositivi che vuoi connettere alla tua futura mirrorless.

Durata della batteria

A causa del mirino elettronico e delle avanzate funzionalità tecnologiche di cui dispongono, le fotocamere mirrorless hanno un dispendio di energia di gran lunga maggiore rispetto alle Reflex.

Assicurati, quindi, che la durata della batteria della mirrorless che scegli sia sufficiente per ricoprire l’intera durata della tua gita o del tuo tour fotografico. Il rischio altrimenti è che la fotocamera si scarichi più in fretta del previsto, costringendoti a rinunciare a fotografare questo o quel paesaggio mozzafiato. Una valida opzione potrebbe essere portare con sé un paio di batterie di ricambio o un power bank per ricaricare le batterie scariche.  

Livello di esperienza

Concludiamo con il criterio più importante di tutti, ovvero il tuo livello di esperienza. Quanto ne sai di fotografia? Quanta dimestichezza hai con le fotocamere? Un’autovalutazione onesta delle tue competenze e delle tue necessità presenti e future ti darà un prezioso contributo per identificare la migliore fotocamera mirrorless per te ed evitare delusioni e inutili dispendi di denaro. 

La migliore fotocamera mirrorless per i principianti

Come già menzionato sopra, se muovi i primi passi nel mondo della fotografia digitale, la migliore fotocamera mirrorless per te sarà maneggevole, intuitiva e poco ingombrante. Se possibile, evita modelli più avanzati come quelli dotati di sensore Full Frame. I modelli entry-level sono spesso la soluzione migliore per i principianti in quanto, nonostante il costo relativamente moderato, sono spesso molto più facili da usare, e maneggevoli per i fotografi con poca esperienza alle spalle.

Non lasciarti ingannare dall’espressione entry-level! Con ciò non mi riferisco a modelli di scarsa qualità ma, al contrario, a modelli dotati di funzionalità intuitive, studiate ad-hoc per chi ha ancora poca dimestichezza con il mondo della fotografia digitale. Un esempio nella nostra lista di prodotti è la Panasonic Lumix DMC-GX80KEGK.

Funzionalità avanzate saranno per te poco utili in quanto spesso molto difficili da comprendere e potrebbero addirittura portarti a gettare la spugna ancor prima di iniziare. Avrai sempre tempo per acquistare obiettivi o modelli più avanzati dopo un “periodo di prova” per dare una spinta in più ai tuoi scatti. Ah! Se ti interessano anche altre fotocamere da principiani, prova a leggere la mia guida sulle migliori macchine fotografiche per iniziare, ti piacerà!

La migliore mirrorless per chi è già esperto

Se, invece, sei già un amatore esperto o, addirittura, un professionista del mestiere, nessuno ti vieta di sperimentare grazie ai modelli semi-professionali o professionali. Tieni a mente, però, che in questo caso la spesa da sostenere sarà molto più elevata. Nella nostra selezione delle migliori fotocamere mirrorless puoi trovare diverse interessanti opzioni.

Conclusioni

Con questo mio articolo, spero di averti aiutato a trovare la migliore fotocamera mirrorless per le tue esigenze. Sai quali sono i criteri da valutare prima della scelta e cosa dovresti evitare o guardare a seconda del tuo livello di esperienza. Se ti interessa il mondo della fotografia, puoi dare un’occhiata al mio articolo sulle macchine fotografiche analogiche. Se, invece, dovessi avere ancora dubbi, puoi lasciare un commento qui sotto e noi ti risponderemo appena possibile.

Come trovare la miglior fotocamera mirrorless per le tue esigenze
Rossella Vecchio

Rossella Vecchio

Appassionata di musica, arte e fotografia. Con i miei articoli spero di dare un prezioso contributo a tutti coloro che sono curiosi di scoprire tutte le sfaccettature di un prodotto prima di procedere con l'acquisto, soprattutto nel mondo della fotografia, dove la vasta gamma di prodotti offerti dal mercato potrebbe confondere appassionati e amatori alle prime armi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su