Come mantenere lo smartphone al sicuro
 | 

Come mantenere lo smartphone sicuro e protetto: proteggilo da danni e truffe

Curioso di sapere come mantenere lo smartphone sicuro e protetto? Magari talvolta sorvoli su quanto la tua vita dipenda da questo piccolo dispositivo, ma la verità è dovremmo prendercene cura al meglio delle nostre possibilità per far fronte a qualsiasi evenienza. In effetti l’idea per l’articolo mi è venuta scrivendo una guida sui migliori smartphone da 500 euro: in fondo è giusto volersi prendere cura di un gadget high-tech costoso, ma i dati che conserviamo al suo interno possono avere un valore economico oltre che sentimentale anche maggiore.

Gli smartphone odierni sono strumenti potenti e versatili che ci aiutano a lavorare, comunicare e divertirci. In altre parole, sono diventati una parte integrante della nostra vita: affidiamo a loro la nostra vita privata, i nostri dati finanziari e i nostri ricordi più speciali. Hai mai pensato a cosa potrebbe accadere ai tuoi dati se ti rubassero lo smartphone? E se dopo una brutta caduta perdessi l’accesso a tutti i tuoi dati? Sai riconoscere un SMS truffa?

Eccoti spiegato perché è fondamentale prendercene cura al meglio, sia dal punto di vista fisico che digitale. Ti chiedi come fare? In questo articolo ti guiderò attraverso diverse strategie per proteggere fisicamente e digitalmente il tuo prezioso dispositivo, dandoti preziosi consigli anche sulle truffe attuali più usate. Preparati a diventare un vero esperto di sicurezza degli smartphone!

Come proteggere fisicamente uno smartphone con le migliori cover e altre accortezze

Gli smartphone di fascia alta vantano materiali di alta qualità e design innovativi che li rendono già resistenti a urti e graffi. Molti modelli di punta, infatti, equipaggiano un vetro antigraffio rinforzato (come i nuovi Gorilla Victus) e sono realizzati con leghe metalliche robustissime, così da garantire durabilità e resistenza. Ciononostante serve ben altro per proteggere a dovere il proprio smartphone, che specialmente nel caso di cadute da oltre un metro di altezza sono particolarmente soggetti a danni permanenti, perciò andiamo subito a vedere come proteggere ulteriormente il tuo dispositivo.

Pellicole e vetri adesivi a difesa del display dello smartphone

Ogni smartphone merita una protezione extra, e qui entrano in gioco gli accessori che sicuramente conosci già e che mi auguri già usi abitualmente: parlo ovviamente delle pellicole protettive, dei vetri adesivi e delle cover. Pellicole e vetri adesivi di buona qualità, resistenti ai graffi e facili da applicare sono molto facili da reperire, sia online che nei negozi fisici, e difenderanno il vetro originale dello smartphone da graffi e lesioni. In caso di cadute e impatti molto forti, tuttavia, possono ben poco.

Puoi inoltre optare per pellicole lucide, così da preservare meglio luminosità e resa cromatica del display, oppure una pellicola opaca che riduca i riflessi sotto il sole ed elimini le fastidiose macchie lasciate dai polpastrelli. Qui sotto ti propongo due esempi, ma puoi trovare entrambe le varianti per quasi tutti gli smartphone in commercio, anche se quelle opache sono molto meno richieste e per questo nei negozi fisici è molto raro trovarle. Esistono persino pellicole e vetri con funzioni speciali, come ad esempio un trattamento privacy che nasconde lo schermo quando visto da chi ci sta di fianco, o uno strato che filtri la luce blu.

9,99 EUR
Vedi su Amazon

18,99 EUR
Vedi su Amazon

Le migliori cover per smartphone di ogni tipo

Per proteggere il tuo smartphone da cadute accidentali, assicurati di usare una buona cover: cerca quelle che offrono un buon equilibrio tra protezione e design, evitando quelle molto dure o troppo sottili. Le migliori cover per smartphone combinano materiali resistenti e antiurto con uno stile che si adatta al tuo gusto personale.

Se sei un amante della fotografia allora avrai uno smartphone con un’ottima fotocamera, e dovresti pensare anche a proteggere gli obiettivi della fotocamera. Come puoi vedere anche tu dagli accessori che ti ho proposto, esistono sia vetri che cover adibite alla protezione degli obiettivi, almeno per gli smartphone più gettonati.

Se puoi, ti consiglio di affidarti a una buona cover piuttosto che a un vetro per la fotocamera, poiché è più facile che non interferiscano con la qualità delle tue foto. Se lo svantaggio di queste cover è che devi sempre ricordarti di togliere e rimettere la protezione, hanno il grande vantaggio di non ostruire in alcun modo la lente della fotocamera.

I vetri possono rigarsi o essere di scarsa qualità, compromettendo la qualità delle foto; inoltre, se il foto per il flash non è sufficientemente largo, parte della luce viene rifratta nel vetro dando vita a strani riflessi sulle foto. Le migliori custodie per smartphone, comunque, hanno un bordo rialzato attorno la fotocamera che aiutano a proteggere lo smartphone dai graffi quando lo appoggi sul dorso.

14,99 EUR
Vedi su Amazon

16,99 EUR
Vedi su Amazon

Smartphone con certificazioni IP67 e IP68: resistenza all’acqua e alla polvere

Probabilmente avrai già sentito parlare delle certificazioni IP67 e IP68, ma voglio parlartene lo stesso. Si tratta di standard internazionali che indicano la resistenza di un dispositivo all’acqua e alla polvere. Uno smartphone con certificazione IP67 è protetto dall’immersione temporanea in acqua fino a un metro di profondità per 30 minuti, mentre un dispositivo con certificazione IP68 può sopportare immersioni continue a profondità superiori (specifiche definite dal produttore). Molti top di gamma presentano queste certificazioni, ma puoi trovarle anche nei cellulari rugged.

Questa caratteristica può essere molto utile se sei solito portare il tuo smartphone in ambienti umidi o polverose, come ad esempio se svolgi attività all’aperto o se ti piacerebbe usare lo smartphone sotto la doccia. Tuttavia è importante ricordare che queste certificazioni non valgono necessariamente per l’acqua di mare: riguardano infatti l’acqua dolce e non quella salata, che alla lunga potrebbe corrodere i contatti per la ricarica o lasciare residui salini su microfoni e altoparlanti. Se vuoi usare il tuo smartphone in spiaggia, ti consiglio di usare una pratica custodia come quella che vedi sotto (assicurati solo di testarla periodicamente).

10,99 EUR
Vedi su Amazon

Protezione digitale dello smartphone: come difendersi da truffe, phishing e malware

Per quanto la protezione fisica sia fondamentale, la sicurezza del tuo dispositivo passa anche attraverso il lato software. Adottare buone pratiche ti aiuterà a proteggere il tuo telefono da software malevoli e te stesso dalle truffe (che ahimè sul panorama degli smartphone sono sempre più frequenti) . Nei capitoli che verranno proverò a darti informazioni e consigli utili su come come proteggere lo smartphone da tutto ciò.

Aggiorna regolarmente sistema operativo e app

Il primo e più rapido consiglio che posso darti è quello di mantenere aggiornato il sistema operativo e le applicazioni più sensibili. È vero che a volte possono introdurre bug o cambiamenti che non ci aggradano, ma gli aggiornamenti sono essenziali per mantenere il tuo smartphone sicuro. Questi aggiornamenti, infatti, includono spesso patch di sicurezza che correggono vulnerabilità note e migliorano le prestazioni generali.

In particolare è importante mantenere aggiornate le applicazioni attraverso le quali passano dati sensibili. È il caso ad esempio delle app del gruppo di Poste Italiane, quelle della tua banca, ma anche i browser Internet e le app dei social. Assicurati dunque di scaricare e installare gli aggiornamenti non appena vengono rilasciati dai produttori.

Installa app da fonti ufficiali e presta attenzione alle autorizzazioni concesse

Le applicazioni scaricate da fonti sconosciute o non ufficiali possono mettere a rischio la sicurezza del tuo smartphone. Per ridurre il rischio di infezioni da malware, utilizza sempre i negozi di app ufficiali come Google Play Store, Apple App Store e Huawei AppGallery, che adottano politiche di sicurezza più rigide e controllano le app prima di renderle disponibili al pubblico.

Le app che installi sul tuo smartphone, inoltre, potrebbero richiedere l’accesso a informazioni sensibili, come contatti, posizione e messaggi. Prima di concedere queste autorizzazioni, assicurati che l’app sia affidabile e che l’accesso a tali dati sia giustificato dal funzionamento dell’app stessa. Leggi sempre le recensioni e verifica la reputazione dell’app e del suo sviluppatore prima di installarla.

Anche l’utilizzo di un buon antivirus può fare la differenza nella protezione del tuo smartphone, ma non è necessario. Buon senso e alcune accortezze, come ciò di cui ti parlo in quest’articolo, sono solitamente più che sufficienti per proteggere uno smartphone dai malware e stare alla larga dalle truffe. Se proprio lo vuoi, scegli un software antivirus affidabile e aggiornato, che offra una scansione in tempo reale e che non appesantisca troppo il tuo sistema operativo. Ricorda di aggiornare regolarmente il tuo antivirus e di eseguire scansioni periodiche per assicurarti che il tuo smartphone sia sempre protetto.

Cos’è il phishing e come difenderti dalle truffe del telefono

Uno dei modi più comuni in cui i malintenzionati cercano di compromettere la sicurezza del tuo smartphone e dei dati al suo interno è tramite link sospetti, inviati via email, SMS o messaggi sulle chat. È importante evitare di cliccare su questi link, che potrebbero portarti a siti web fraudolenti o installare malware sul tuo dispositivo.

Si tratta in effetti di una delle truffe informatiche più diffuse degli ultimi anni, e consiste nel creare un messaggio credibile in cui si chiedono dati personali (come una password) o in cui si chiede di effettuare il login su un sito malevolo, creato ad hoc per somigliare al sito ufficiale. Il termine “phishing” deriva da “fishing”, che in inglese vuol dire “pescare”.

In caso di ricezione di truffe SMS, segnala i numeri sospetti al tuo operatore telefonico e bloccali sul tuo smartphone. Ricorda anche gli SMS truffa possono anche risultare inviati da aziende ufficiali, tanto che sugli smartphone compaiono nello stesso gruppo di messaggi ricevuti dalle fonti ufficiali. Mascherare il numero del mittente e sostituirlo con del testo credibile, come nel caso degli SMS di phishing inviati da “PosteInfo”, è infatti una tecnica molto semplice da replicare.

Nel proteggere il tuo smartphone e i tuoi dati, diventa fondamentale imparare a distinguere un URL malevolo da uno ufficiale o comunque affidabile. Gli URL malevoli sono spesso utilizzati in attacchi di phishing o per distribuire malware, e possono causare gravi danni al tuo dispositivo e compromettere la tua sicurezza online anche solo cliccandoci (anche se più spesso si tratta di download da accettare nel caso di malware, o di siti web fasulli nel caso di tentativi di phishing).

Come riconoscere un link truffa: dominio e sottodominio di un URL

Il dominio e il sottodominio web sono parti molto importanti per un URL, perché possono aiutarti a determinare se un sito web è affidabile o meno. Un dominio è la parte principale dell’indirizzo di un sito web (es.: “google.com”), mentre un sottodominio è una sezione aggiuntiva che precede il dominio (es.: “maps.google.com”). Nel caso di link sospetti, presta attenzione ai seguenti aspetti:

  • Verifica che il dominio sia scritto correttamente e che non ci siano errori di battitura o sostituzioni di caratteri simili (es.: “g00gle.com” o “amazom.it” o “disbeyplus.it”). Gli hacker spesso utilizzano queste tecniche per ingannare gli utenti e indurli a visitare siti malevoli simili agli originali.
  • Controlla il sottodominio per assicurarti che sia legittimo. Un sottodominio malevolo potrebbe avere un aspetto simile a quello di un sito affidabile, ma con qualche differenza sospetta o (es.: “login-gmail.com” oppure “poste.assistenzaonline.it”).
  • Fai attenzione agli URL che utilizzano domini di primo livello (TLD) poco comuni o sconosciuti, come “.xyz” o “.info”. Molti siti malevoli utilizzano questi TLD per evitare di essere rilevati dai filtri di sicurezza o impersonare siti che non hanno acquistato tale dominio (es.: “posteitaliane.info” o “amazon.xyz”).

Ricordati sempre di fare attenzione quando clicchi su un link, soprattutto se proviene da una fonte sospetta o non verificata. Prenditi il tempo necessario per analizzare l’URL e assicurarti che sia legittimo e sicuro prima di procedere con la navigazione, e se hai dubbi rivolgiti a qualcuno più esperto o direttamente al servizio interessato, usando però i canali ufficiali.

L’uso degli URL shortener

Un metodo assai comune per mascherare un link malevolo è attraverso un URL shortener: sono servizi generalmente leciti che forniscono un URL molto breve che reindirizza a un indirizzo più lungo. In questo modo diventa molto facile nascondere un link sospetto, perciò se ad esempio ricevi un SMS da un mittente apparentemente affidabile, in cui però ti viene chiesto di cliccare su un indirizzo con dominio “adf.ly” (un noto URL shortener), probabilmente si tratterà di una truffa.

Imposta un metodo di sblocco per lo smartphone e un PIN per la scheda SIM

Sfrutta le funzioni di sicurezza avanzate offerte dal tuo smartphone, come il blocco dello stesso con impronte digitali, riconoscimento facciale o un PIN robusto. Queste funzioni aggiuntive possono rendere più difficile per i malintenzionati accedere alle tue informazioni personali e compromettere il tuo dispositivo.

Non dimenticare però che anche la tua SIM è estremamente vulnerabile. Se dovessi smarrire il tuo smartphone, anche se un malintenzionato non riuscisse a sbloccare il tuo smartphone, potrebbe comunque rimuovere la SIM e inserirla in un altro cellulare: in questo modo potrebbe accedere o richiedere una nuova password ai servizi a cui sei iscritto.

Nel nostro smartphone conserviamo dati personali e informazioni sensibili. Dovremmo assicurarci di proteggerlo a dovere per evitare di danneggiarlo e che cada nelle mani sbagliate.

Naviga in maniera sicura e usa una VPN

Quando navighi su Internet, ti ho già dimostrato quanto sia facile imbattersi in siti web potenzialmente pericolosi. Per proteggere il tuo smartphone durante la navigazione, è buona norma utilizzare un browser sicuro che offra protezione da phishing, pubblicità ingannevoli, malware e altre minacce online, oltre all’antivirus di cui ti ho accennato. Tuttavia, ribadisco ancora una volta che la difesa principale per il tuo smartphone e i tuoi dati personali è innanzitutto il buon senso.

Se invece vuoi navigare in maniera più anonima, nascondendo i tuoi dati dalla rete a cui sei connesso e allo stesso provider Internet, è consigliabile utilizzare una VPN. Ciò è importante soprattutto quando ti connetti a reti Wi-Fi pubbliche, che possono presentare rischi per la sicurezza dei tuoi dati. È importante capire che le VPN non offrono alcuna protezione dalle truffe, ma solo dagli hacker in grado di intercettare i pacchetti di rete e dai siti che non garantiscono la tua privacy, dato che una VPN crittografa i pacchetti che invii e che ricevi.

Fai backup regolari dei tuoi dati

Effettuare backup regolari dei dati sul tuo smartphone è una buona pratica di sicurezza che può aiutarti a proteggere le informazioni personali in caso di furto, smarrimento, compromissione del software o guasto del dispositivo. Puoi utilizzare servizi di cloud storage o fare backup regolari su sul tuo PC di valore, ma ricorda sempre di proteggere anche i tuoi backup con una password per prevenire accessi non autorizzati.

Usa i servizi di cloud storage per i tuoi backup

Utilizzare servizi cloud per il backup dei dati del tuo smartphone è un metodo comodo e sicuro. Questi servizi, come Google Drive, iCloud, Dropbox, Mega o OneDrive, offrono spazio di archiviazione online e ti consentono di accedere ai tuoi dati da qualsiasi dispositivo con una connessione Internet. Inizia scegliendo un servizio ben noto o associato ad aziende affidabili, come Google, Amazon o Microsoft. Se offre una crittografia end-to-end ancora meglio, poiché in questo modo i tuoi dati sono protetti sia durante il trasferimento che mentre sono memorizzati nel cloud.

Assicurati di utilizzare una password sicura per il tuo account di cloud storage e di attivare l’autenticazione a due fattori per una maggiore sicurezza. Inoltre controlla regolarmente lo spazio di archiviazione disponibile nel tuo account, per evitare di esaurirlo e non poter eseguire ulteriori backup. Quando necessario, aumentalo acquistando GB extra o sottoscrivi nuovi servizi cloud. Alcune app hanno un sistema di backup integrato che ti semplifica la vita, come nel caso di WhatsApp.

Tuttavia non devi confondere i dati che hai su social o su altri siti web con quelli presenti sul tuo smartphone, poiché essi sono già salvati in un cloud. Ti sembrerà una cosa scontata, ma in realtà per molte persone poco avvezze alle meraviglie della tecnologia moderna è difficile distinguere quali dati siano salvati in locale e quali invece siano caricati su un servizio web. In parole povere, se perdi lo smartphone puoi sempre accedere alle foto di Instagram e alle chat di Facebook effettuando l’accesso su un altro smartphone o un PC.

Conserva un backup sul tuo computer

Se preferisci conservare i tuoi dati su un computer locale anziché utilizzare un servizio di cloud storage (ti capisco benissimo), puoi eseguire backup del tuo smartphone direttamente sul tuo PC o Mac. Collega lo smartphone tramite cavo e salva foto e documenti in un luogo sicuro. Come sempre, assicurati di usare una password per crittografare i tuoi dati se si tratta di informazioni sensibili. In questo caso diventa molto importante pianificare i backup del tuo smartphone, poiché dimenticarsene è molto facile.

Domande e risposte comuni su come proteggere uno smartphone

Prima di concludere l’articolo, vorrei proporti una breve serie di domande e risposte ad alcuni argomenti che non ho avuto modo di trattare a dovere. Se hai ancora dubbi su come mantenere lo smartphone sicuro e protetto ti ricordo che, come sempre, puoi usare il form sottostante per sottoporci i tuoi quesiti.

Alcune cover hanno due forellini nei quali è possibile infilare un pratico laccetto. Per quando viaggio ho una cover del genere così da passeggiare con lo smartphone al sicuro in mano con più tranquillità.

Come posso proteggere il mio smartphone da furti?

Per proteggere il tuo smartphone da furti, abilita la funzione “Trova il mio dispositivo” (disponibile sia per dispositivi Android che iOS), che ti permette di rintracciare, bloccare e cancellare i dati del tuo smartphone in caso di furto o smarrimento. Inoltre, evita di lasciare il tuo dispositivo incustodito in luoghi pubblici e tienilo sempre con te.

Come ti ho mostrato nella foto sopra, inoltre, puoi anche acquistare una cover con dei fori appositi per infilare un laccetto per il polso, da mettere al collo o da agganciare al passante dei pantaloni. In questo modo sarà impossibile sfilarti il cellulare di mano, dimenticarlo sul tavolo di un bar o farlo cadere mentre ti sporgi da un ponte per fare una foto.

Cosa sono gli smartphone rugged?

Gli smartphone rugged, a cui ho accennato in precedenza, sono dispositivi progettati per resistere a condizioni estreme, come cadute, urti, temperature estreme, polvere e acqua. Sono ideali per chi lavora in ambienti difficili o per chi cerca uno smartphone particolarmente robusto, ma non sono sempre necessari: tante volte un buon cellulare certificato IP67/68, equipaggiato con una buona cover e un bel vetro temprato, è più che sufficiente.

I siti che iniziano con “https://” sono sempre sicuri?

Se l’indirizzo di un sito web inizia con “https://” e vedi l’icona di lucchetto, vuol dire che il sito web utilizza connessioni crittografate per garantire una maggiore sicurezza e privacy ai dati che lo attraversano. Tuttavia ciò non significa necessariamente che un sito sia sicuro: alcuni siti di phishing potrebbero utilizzare connessioni crittografate per apparire sicuri. Anche in questi casi, quindi, è opportuno non abbassare mai la guardia.

Come posso proteggere i miei dati personali sullo smartphone?

Per proteggere i tuoi dati personali sullo smartphone, utilizza un blocco schermo sicuro (impronta digitale, riconoscimento facciale o un PIN robusto), crittografa i tuoi dati, fai backup regolari e limita l’accesso delle app alle tue informazioni sensibili.

È sicuro utilizzare reti Wi-Fi pubbliche?

Le reti Wi-Fi pubbliche possono presentare rischi per la sicurezza, poiché i dati trasmessi attraverso queste reti possono essere intercettati da malintenzionati. Per proteggere il tuo smartphone, utilizza una VPN (Virtual Private Network) quando ti connetti a reti Wi-Fi pubbliche e evita di accedere a siti web sensibili o di effettuare transazioni finanziarie in questi contesti.

Come posso proteggermi dalle truffe SMS?

Per proteggerti dalle truffe SMS, non rispondere a messaggi sospetti o di origine sconosciuta e non cliccare su link contenuti in questi messaggi. Inoltre, puoi segnalare i numeri sospetti al tuo operatore telefonico e, se possibile, bloccarli sul tuo smartphone.

È possibile recuperare un telefono danneggiato dall’acqua?

Recuperare un telefono danneggiato dall’acqua dipende dalla gravità del danno e dalla resistenza all’acqua del dispositivo. In generale, se il tuo smartphone è entrato in contatto con l’acqua, spegnilo immediatamente, rimuovi la batteria (se possibile), asciuga accuratamente il telefono e lascialo riposare in un luogo asciutto e fresco per almeno 24-48 ore. In caso di danni gravi, potrebbe essere necessario rivolgersi a un centro di assistenza specializzato.

Ricorda che la protezione del tuo smartphone è fondamentale per garantirne la sicurezza e l’affidabilità nel tempo. Seguendo i consigli e le strategie proposte in questo articolo, potrai goderti la tua esperienza digitale in modo più sicuro e sereno. Buona navigazione!

Concludendo…

Proteggere il tuo smartphone, sia fisicamente che digitalmente, è dunque essenziale per garantirne la sicurezza e la longevità. Prevenire è meglio che curare, come si usa dire. Adottando le buone pratiche e le soluzioni proposte in questo articolo potrai navigare nel mondo digitale con maggiore serenità, mantenendo al sicuro i tuoi dati e la tua privacy.

Se infine trovi che questo articolo ti sia stato utile, condividilo con i tuoi conoscenti sui tuoi social di riferimento, e non dimenticare di dare uno sguardo alle tante altre guide presenti sul nostro sito.

Articoli simili