Colori per tessuti: cosa sono e come trovare i migliori?

Colori per tessuti: cosa sono e come trovare i migliori?

Per hobby, per cambiare, per risparmio, per lavoro o per curiosità. Sono molti i motivi che possono spingerci a colorare capi d’abbigliamento o accessori. Alcuni di noi si dedicano periodicamente a questa attività: in questo modo, infatti, in poco tempo e spendendo cifre minime è possibile dare nuova vita a maglie, pantaloni o giacche che hanno ormai perso la vivacità dei colori originali. L’occorrente? Solo la lavatrice!

I colori per tessuti sono anche una bella idea per far divertire i bambini in casa in totale sicurezza. Basta scegliere tinte atossiche e improvvisamente anche la vecchia federa di un cuscino può trasformarsi in una tela magica su cui liberare l’immaginazione. Ma colorare tessuti non è solo un passatempo per bambini. Con applicatori, pennarelli, tinte glitter e vernice tridimensionale si possono personalizzare tantissimi vestiti e accessori: scarpe in tela, borse di pelle, giacche di jeans, cinture e persino custodie per smartphone. L’unico limite è la fantasia.

Un piccolo anticipo su cosa tratteremo

In questa breve ma pratica guida cercheremo di capire quanti tipi di colori per tessuti esistono, come si usano e quali conviene comprare. Naturalmente la scelta finale dipende molto dalle proprie esigenze, ma anche dal tipo di tessuto da colorare, dal proprio budget e dalle proprie inclinazioni artistiche.

I migliori colori per tessuti scelti da noi

Per realizzare questa selezione dei migliori colori per tessuti ci siamo basati sulla praticità, sul prezzo e sul metodo di utilizzo. Ma anche, naturalmente, sulle opinioni di chi li ha già provati a casa. Ecco il risultato della ricerca: quattro opzioni che brillano particolarmente per facilità d’uso, rapporto qualità-prezzo e popolarità.

Gifort Pennarelli per tessuti permanenti

La confezione da 24 colori per tessuti è perfetta per chi vuole scatenare la propria fantasia su sneakers, borse, zaini, cappelli e tanto altro. Questa soluzione è infatti indicata per chi ama eseguire lavori di artigianato e personalizzare accessori senza rinunciare a disegnare i particolari più piccoli. L’impiego di materiali atossici è anche l’ideale per giocare insieme ai più piccoli in totale sicurezza.


Tulip One-Step set di colori per tessuti

Si tratta di colori per tessuti da sciogliere in acqua da usare su cotone, seta, lana, rayon e viscosa. Nel kit sono incluse anche pratiche istruzioni per usare la tintura in diversi modi e ottenere spirali, sfumature e altri effetti grafici. Il risultato finale ricorda moltissimo i tessuti batik degli anni ‘70: una soluzione dallo stile vintage per rinnovare abiti e accessori.


Tulip Vernice dimensionale per tessuti

Ecco dei colori per tessuti davvero semplici da applicare grazie al pratico stick dosatore. La vernice è tridimensionale e resta leggermente in rilievo, prestandosi così alla decorazione più fantasiosa. Si usano molto facilmente su tela, jeans, giacche, magliette in cotone, felpe e altri tessuti resistenti. Sono anche versatili e si possono usare su tanti altri materiali come vetro, legno e ceramica.


Coloreria Italiana Grey colorante per tessuti e vestiti

Coloreria Italiana è la migliore opzione per chi ama fidarsi dei brand conosciuti. Il sistema è semplicissimo: basta aggiungere il prodotto al cestello della lavatrice e avviare due programmi completi. Questo best buy è molto utile per chi vuole ravvivare i colori di vecchi capi scoloriti e continuare a usarli ancora per molto tempo. In questo caso il prodotto proposto è per il nero.


Cosa sono i colori per tessuti e come funzionano?

I colori per tessuti sono dei metodi di colorazione che si possono utilizzare in casa senza particolari doti o capacità tecniche. Sono facili da usare e si possono usare con diversi scopi. Per esempio, si può tingere un intero capo in lavatrice per coprire un colore che non ci piace più o acquistato per errore. Oppure si possono ravvivare capi datati e scoloriti per usarli ancora per qualche stagione.

I più originali, che non si accontentano di un capo qualsiasi, preferiscono decorarlo e personalizzarlo rendendolo così unico nel suo genere. C’è poi chi usa i colori per tessuti per creare dei veri capolavori di artigianato, per lavoro o per hobby.

Esistono diversi tipi di colori per tessuti. (fonte immagine https://pxhere.com/en/photo/478213)

Quanti tipi di colori per tessuti esistono?

A seconda delle proprie esigenze o capacità artistiche è possibile scegliere tra diversi tipi di colori per tessuti. Se si ha praticità e voglia di creare qualcosa di davvero artistico si può optare per i formati da usare sul tessuto asciutto, come gli stick e i pennarelli. Se si vuole tingere l’intero capo meglio le soluzioni da usare in acqua.

Ecco le principali opzioni:

  • in barattolo (da stendere con le dita o con un pennello)
  • in stick dosatore
  • a forma di penna o pennarello
  • da usare in lavatrice
  • da sciogliere in acqua

Curiosità

In natura esistono tantissimi modi per tingere i tessuti, e gli esseri umani li usano da sempre. Foglie, corteccia, alghe, fiori e persino insetti possono essere un’ottima fonte per creare una tintura naturale. Le prime tracce di tintura dei tessuti da parte dell’uomo risalgono addirittura al neolitico.

Gli antichi egizi erano abili nel tingere il lino: per farlo usavano zafferano, curcuma e hennè, ottenendo così calde tonalità di rossi e gialli. I Fenici sfruttavano un particolare mollusco della famiglia “murex” per avere il color porpora. Nell’antica Roma, invece, ogni tintore era specializzato in un solo colore: giallo, viola o porpora.

In Italia il mestiere di tingere tessuti e filati diventa una vera arte a partire dal Medioevo, quando esce dall’ambito domestico e viene ufficialmente organizzato all’interno delle corporazioni.

Cos’è importante sapere sulla scelta dei colori per tessuti

I colori per tessuti disponibili online sono così numerosi che, prima di mettere i prodotti nel carrello, è meglio porsi alcune domande specifiche. Così facendo si avranno da subito le idee più chiare sul tipo di prodotto da cercare. Ecco alcuni dei criteri che abbiamo usato per preparare questa breve guida.colori per tessuti 2

Compatibilità

Non tutti i colori per tessuti sono adatti ad ogni materiale. Ad esempio, a volte per tingere tessuti sintetici non si usano gli stessi prodotti che si applicano sul cotone. È quindi importante leggere l’etichetta dei capi prima dell’acquisto delle tinte.

Prima di tingere qualcosa di diverso da una maglietta, come delle sneakers, individuiamo tutti i materiali presenti, anche cuoio o plastica, e scegliamo dei prodotti adatti.

Metodo di utilizzo

Per chi non si sente un grande artista l’ideale è scegliere le soluzioni da inserire direttamente in lavatrice o sciogliere in acqua. Altrimenti si può optare per pennarelli o penne. Un’altra soluzione comoda è rappresentata dai colori 3D per tessuti contenuti in pratici stick dosatori.

Utilizzatore: chi userà i prodotti?

Tutti i colori per tessuti sono facili e sicuri, ma non tutti sono adatti anche ai più piccoli. Se l’intenzione è quella di usare le tinte insieme a dei bambini meglio optare per soluzioni atossiche in forma di pennarello: asciugano in fretta e non macchiano la pelle.

(Immagine principale: https://www.pxfuel.com/es/free-photo-qknbw/)

Annalisa Schiavone

Scrittrice, traduttrice e ciclista urbana. Vive a Roma, dove si dedica a gestire due librerie davvero speciali.